I nostri viaggi

0 posti

Novità

Reset password

Alla scoperta del Sentiero Spallanzani

A piedi dalle prime colline reggiane al paese più alto dell’Appennino tosco emiliano, attraversando una grande varietà di ambienti e paesaggi in una zona lontana dal turismo di massa e ricchissima di storia, tradizioni, cultura e natura.

Il Sentiero Spallanzani segue le orme del celebre naturalista reggiano Lazzaro Spallanzani, vissuto nel Settecento: conosceremo a ritmo lento alcuni degli angoli più belli e interessanti dell’Appennino: partiremo dal borgo di Ventoso di Scandiano per arrivare a Regnano, conosciuto per le sue "salse", vulcanetti freddi di fango; continueremo passando per antiche case-torre e borghi fortificati, toccando la vita di chi in collina è rimasto; attraverseremo territori appartenuti al grande feudo di Matilde di Canossa, come la pieve di San Vitale e il castello di Carpineti, arrivando poi alla Pietra di Bismantova, luogo misterioso e ricco di storia e leggende.

Attraversando la Valle del Secchia e i suoi gessi triassici saliremo verso le montagne, con i monti Cusna e Ventasso sempre più vicini. Toccheremo Ligonchio con le sue imponenti centrali idroelettriche e, assaporando un’aria sempre più fresca e tersa ci incammineremo, tra faggete e praterie di montagna, verso la meta finale, San Pellegrino in Alpe, antico santuario e luogo di passaggio e pellegrinaggio medievale. Qui, dove Emilia e Garfagnana si incontrano, lo sguardo si perde tra verdi monti, ampie vallate e le severe Apuane in lontananza, l’anima si eleva e trova pace... e i piedi, finalmente, riposano!

Un cammino per chi cerca esperienze autentiche, di incontro con i testimoni narranti che in questi angoli di Appennino ancora vivono, di sorpresa per scorci e panorami inaspettati. Per vivere la magia di iniziare a camminare in pianura e terminare con la testa tra le nuvole, in un luogo tra i più panoramici dell’intero Appennino. Una lenta e graduale ascesa che è anche e soprattutto un viaggio interiore per sperimentare che la vera meta del viaggio è il viaggio stesso.

Programma

Sabato 30

Ritrovo a Reggio Emilia, cena e passeggiata nel centro cittadino. Pernottamento in ostello

Domenica 1

Trasferimento con mezzi pubblici a Scandiano. Scandiano Regnano. 15 km, 5 ore di cammino, dislivello 700 m in salita, 450 m in discesa. Pernottamento in albergo e casa privata

Lunedì 2

Regnano Croveglia, 15km, 5h30 di cammino, dislivello 650 m in salita, 450 m in discesa. Pernottamento in casa privata

Martedì 3

CrovegliaCarpineti, 11 km, 4ore di cammino, dislivello 750 m in salita, 800 m in discesa

Mercoledì 4

Carpineti – Ginepreto. 15km, 5h30 di cammino, dislivello 950 m in salita, 750 m in discesa. Pernottamento in agriturismo

Giovedì 5

GinepretoCasalino di Ligonchio, 16 km, 6 ore di cammino, dislivello 750 m in salita, 650 m in discesa. Pernottamento in agriturismo

Venerdì 6

Casalino di LigonchioRifugio Bargetana, 10 km, 6 ore di cammino, dislivello 900 m in salita, 50 m in discesa. Pernottamento in rifugio

Sabato 7

Rifugio Bargetana San Pellegrino in Alpe, 17 km, 6 ore di cammino, dislivello 400 m in salita, 650 m in discesa. Pernottamento in albergo

Domenica 8

Breve visita al Museo etnografico della civiltà contadina. Rientro a Reggio Emilia

Altre informazioni utili

Ritrovo: ritrovo sabato 30 giugno ore 17 puntuali a Reggio Emilia presso la stazione FS

Rientro: domenica 8 luglio a Reggio Emilia dalle ore 13

Come arrivare al luogo di ritrovo: Reggio Emilia è ben servita dai mezzi pubblici (treni e autobus nazionali). L’aeroporto più vicino è Parma.

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico. Sacco a pelo leggero o sacco lenzuolo che utilizzeremo per 2/3 notti. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 220 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 678 Alla scoperta del Sentiero Spallanzani. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.