I nostri viaggi

0 posti

Reset password

La pietra del gigante. Campo estivo itinerante

Grande avventura insieme agli asini, per bambini e ragazzi nel cuore del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano.

Bellissima avventura in autonomia, con l’aiuto degli asini e senza l’aiuto dei genitori. Per scoprire il lato avventuroso di ognuno di noi. Perché camminando si cresce, camminando si diventa grandi. Questo viaggio si svolge sui facili e ampi sentieri dell’Alto Appennino reggiano nelle zone dove l’Emilia finisce e l’odore del mare toscano si infiltra tra le vette che conservano la memoria degli antichi ghiacciai. Luoghi incontaminati, rifugi e piccoli borghi che portano il segno dell’uomo; la valle del Torrente Dolo che con le sue acque spumeggianti accompagna verso le fitte foreste di faggi e abeti, i passi più alti che ancora oggi conservano tracce di greggi e transumanze all’ombra di monti enormi, con i mirtilli che colorano di rosso un orizzonte infinito.
Un cammino che raggiunge la magica Valle del Secchia dove doline e grotte formano l’immenso spazio bianco dei gessi triassici e la mole impetuosa della Pietra di Bismantova tutto domina e controlla.

Compagnia dei Bambini

È un viaggio che fa innamorare del camminare, con la libertà di spostarsi lentamente e con gli amici asinelli sempre al fianco come ideali compagni di un viaggio da sogno. Le notti in tenda a fianco di strutture diventano un palcoscenico all’aperto sotto il cielo puntellato di stelle nel buio più limpido.

I viaggi della Compagnia dei Bambini sono viaggi a piedi pensati per famiglie con bambini e per bambini/ragazzi senza genitori. Questo viaggio è organizzato con gli asinelli e condotto da Massimo Montanari, magico asinaro poeta che sa parlare il linguaggio dei bambini quando li accompagna sui sentieri. Massimo sa come trasformare un viaggio a piedi in un’esperienza indimenticabile, come dice lui "un andare avanti dove il camminare è un crescere, dove il passo lento a fianco dell’asino amico è un esplorare i cieli della narrativa del paesaggio, dove il linguaggio delle immagini si mischia all’avventura dell’assaporare le radici di una terra bagnata dall’acqua e di un cielo lì a portata di braccio...".
Per maggiori dettagli potete visitare il sito della Compagnia dei Bambini.

Programma

Sabato 14

Madonna di Pietravolta – Prati di san Geminiano. L’antica Via Bibulca, i panorami sull’ofiolite, la roccia vulcanica, e le prime salite. Il borgo della Canalaccia con il suo brigante Medicone e l’arrivo alle grandi faggete sotto il crinale di spartiacque.

3 ore di cammino, 9 km, dislivello in salita 400 m, in discesa 100 m

Domenica 15

Prati di San Geminiano – Rifugio San Leonardo al Dolo. Le faggete e i passi di crinale, le sagome appuntite delle Alpi Apuane e gli orizzonti verdi delle valli garfagnine. La spumeggiante acqua del Torrente Dolo e il piccolo e accogliente rifugio, dove si cena e si pernotta.

4 ore di cammino, 10 km, dislivello in salita 250 m, in discesa 150 m

Lunedì 16

Rifugio San Leonardo al Dolo – Rifugio Bargetana. I guadi del Torrente Dolo e le sue fresche acque, la suggestiva abetina reale e il passo panoramico in mezzo ai mirtilli, i rifugi del Parco all’ombra delle cime più alte che superano i duemila metri. Il lago glaciale e i grandi massi che lo circondano.

3 ore di cammino, 8 km, dislivello in salita 450 m

Martedì 17

Rifugio Bargetana – Casalino. Il Lago della Presa Alta incastonato tra le faggete, la discesa verso la valle del torrente Ozola con suoi famosi schiocchi, pareti verticali con cascate che formano forre selvagge, il borgo antico del paese di Ligonchio. Il sentiero del vecchio mulino e il borgo di Casalino con la sua ospitalità diffusa.

5 ore di cammino, 13 km, dislivello in salita 100 m, in discesa 700 m

Mercoledì 18

Casalino – Sologno. Il Sentiero Spallanzani sulle orme del grande naturalista reggiano, l’architettura dei piccoli borghi, le praterie dei prati polititi e i numerosi animali selvatici che popolano questo angolo di Appennino. L’ospitalità della gente con la merenda nelle case che ci ospitano, il sentiero della Valle del Secchia e l’arrivo a Sologno, il paese degli asini.

4 ore di cammino, 11 km dislivello in salita 300 m, in discesa 200 m

Giovedì 19

Sologno – Ginepreto. La grande giornata dedicata ai gessi, alle quarziti alle piriti e a tutti i minerali che possiamo trovare in questa valle meravigliosa. La discesa tra i sassi bianchi e le pareti dove è evidente il segno dell’evaporazione, la grande dolina e le piccole grotte e inghiottitoio che si nascondono tra le pareti. La risalita verso la Pietra di Bismantova e l’accampamento sotto la meravigliosa parete.

4h30 di cammino, 10 km, dislivello in salita 300 m, in discesa 300 m

Venerdì 20

Ginepreto – Cervarezza Terme. Bellissima tappa in un ambiente completamente diverso, tra i prati e coltivi del Medio Appennino con gran parte della tappa dominata della Pietra di Bismantova. Vecchie mulattiere che attraversano borghi e luoghi inconsueti e selvaggi e l’arrivo tra i castagneti più antichi seguendo la strada dei castagni.

4 ore di cammino. 10 km, dislivello in salita 300 m, in discesa 250 m

Sabato 21

Parco avventura di Cerwood. Mattinata dedicata ai percorsi sugli alberi e ai numerosi giochi/avventura che offre il Parco (www.cerwood.it). Pranzo insieme ai genitori. Ultimo saluto agli asini, preparazione materiale per il rientro.

Fine delle attività previsto per le ore 15

Altre informazioni utili

Ritrovo: a Madonna di Pietravolta, frazione del comune di Frassinoro (MO), sabato 14 luglio alle ore 11.00
Rientro: da Cervarezza Terme, frazione del comune di Busana (RE), sabato 21 luglio alle ore 13.00

Età: 7-14 anni, senza genitori
Notti: in tenda, a fianco di agriturismi e rifugi

Educatrice e tata del viaggio: Teresa Buccheri

Ritrovo: a Madonna di Pietravolta, frazione del comune di Frassinoro (MO) sabato 18 luglio alle ore 11.00.
Rientro: da Cervarezza Terme, frazione del comune di Busana (RE), sabato 25 luglio alle ore 13.00.

Tipo di viaggio: itinerante con zaino leggero e parte dei bagagli portati dagli asini

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico, tenda, sacco a pelo, materassino. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Brevi note tecniche per i genitori:

  • Non sono ammessi cellulari ai ragazzi. In caso di necessità di comunicazione, il cellulare viene messo a disposizione dalla guida.
  • Non sono ammessi tablet, computer portatili, giochi elettronici.
  • Sono ammessi IPOD e apparecchi musicali similari solo ed esclusivamente con le cuffiette, ma i partecipanti potranno tenerli accesi solo la sera per un orario che verrà deciso dalla guida.
  • I genitori possono mettersi in contatto con i propri figli tutte le sere dalle ore 18.00 alle ore 21.00, fascia oraria nel quale i ragazzi hanno tempo e non sono coinvolti in attività.
  • In caso di comunicazioni urgenti e impellenti, la guida ha comunque sempre il cellulare acceso, risponderà in ogni caso ma la continuazione della telefonata e l’eventuale messa in comunicazione con il figlio/a è strettamente legata a comunicazioni davvero urgenti. Vi preghiamo di aiutarci in questa regola per poter lavorare in serenità e creare un clima disteso nei ragazzi.
  • I partecipanti possono avere con sé una somma per piccole spese personali per un massimo di 20 €. I soldi saranno gestiti dai ragazzi stessi. Le guide e l’organizzazione non sono responsabili di smarrimenti.
  • Non lasciate ai ragazzi oggetti di valore quali catenine, braccialetti ecc. In caso di smarrimento la Compagnia dei Cammini e la guida non sono responsabili degli oggetti smarriti.
  • I partecipanti che hanno dei problemi alimentari particolari devono segnalarlo con largo anticipo per dare modo all’organizzazione di reperire eventuali cibi: alimenti per celiaci e/o altro non si trovano in loco ed è perciò necessario reperirli altrove.
  • Oltre alla guida Massimo Montanari, è presente un’educatrice adulta di sesso femminile per far fronte alle problematiche personali e intime delle ragazze garantendo riservatezza e attenzione.
  • Sia la guida che l’educatrice sono professionisti nell’ambito delle attività educative con ragazzi adolescenti; è pertanto garantito da parte della Compagnia dei Cammini la massima serietà nei rapporti con i ragazzi e l’attenzione a loro rivolta.
  • I partecipanti che debbono somministrarsi dei farmaci per cure in atto devono segnalare anticipatamente il problema alla guida. Nel caso di necessità, la guida deve essere autorizzata per iscritto dai genitori a somministrare la cura medica (solo in caso di preparazione di medicine).

Emozioni da precedenti edizioni del campo estivo:

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 160 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 683 La pietra del gigante. Campo estivo itinerante. Il saldo di 100 euro deve essere versato entro il 02-07-2018. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.