I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Crociera della lumaca nel Dodecaneso

Da Rodi a Rodi

A piedi come una lumaca di terra, a vela come una lumaca di mare. Spostamenti pensati, tempi dilatati, spazi che si riempiono di osservazioni, di sensazioni, di vociare di parole che si intrecciano, voci di altri linguaggi intorno, il ronzio delle api, il fruscio delle foglie, il vento a dirci qualcosa, le chiacchiere degli uccelli; il mondo conversa e si confronta. Confidenze, silenzi, tutto fatto nel tempo di un passo, oppure di un soffio di vento che ti spinge.

Condivideremo con i greci la loro concezione del vivere: “Philotimo” (forte senso dell’onore personale della dignità e della generosità). La barca e i nostri piedi alla velocità della lumaca ci permetteranno di osservare e di notare quello che nel vivere quotidiano rischiamo di perdere. In base a mare e vento visiteremo Tilos e Symi, Camminando e facendoci portare dal vento, dormiremo in porticcioli accoglienti, baie solitarie con la barca che ci cullerà mentre il tempo intorno scorre. Tilos ha conservato e recuperato antiche mulattiere che collegavano villaggi abbandonati dagli anni Cinquanta, chiese e piccoli monasteri in posizioni dominanti a Symi tra cipressi e baie. Buon viaggio!

Tiziana e Peppe marinai a bordo di Zefiro

Tiziana Migailo Giuseppe D’Amore

Tiziana Migailo e Giuseppe D’Amore lavorano e navigano da tanti anni con la loro Zefiro in Grecia e conoscono tutti gli angoli di queste magnifiche isole del Mare Nostrum. Si sentono un tutt’uno con la barca, marinai che conoscono le regole di questo bellissimo gioco che è l’andar per mare.

Dicono:

“Il mare ci ha conosciuti e noi lo rispettiamo. Dal mar Rosso all’oceano Indiano, dal nord Atlantico allo stretto di Gibilterra i nostri occhi si son potuti riempire di luce e salsedine accompagnati sempre da un sorriso interiore che ci rende leggeri.”

Programma

Sabato 16

Ritrovo nel porto marina di Rodi. Costituzione cassa comune, acquisto cambusa.

Sabato 16 Sabato 23

In base al mare e al vento conosceremo Tilos e Symi, tra monasteri e mulattiere. Camminando e facendoci portare dal vento, dormiremo in porticcioli accoglienti e baie solitarie, con la barca che ci cullerà mentre il tempo intorno scorre

Sabato 23

Sbarco a Rodi 

Attenzione! Questo programma è puramente indicativo. Queste sono le mete che ci prefiggiamo di visitare ma tutte le decisioni riguardanti il reale programma del viaggio verranno prese sul luogo in relazione alle condizioni del vento, del mare e dello stato di salute di ogni partecipante. Questo per la completa e assoluta tutela della sicurezza delle persone e dei mezzi.

Altre informazioni utili

Notti: in barca in cuccette doppie (2 a castello, 2 matrimoniale)

Ritrovo: sabato 16 giugno nel porto marina di Rodi, nel pomeriggio
Sbarco: sabato 23 giugno alle ore 10

Cosa portare: sacca morbida per il bagaglio, zainetto piccolo per escursione giornaliera, scarponi da trekking alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare e da mare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

barca Zefiro

La barca Zefiro è un Gib Sea 472 (14.20 m) con cinque cabine doppie di cui tre sono matrimoniali, e due con i letti a castello, un ampio quadrato, tre bagni, due docce interne e una esterna, acqua calda, riscaldamento, musica, schermo video e libri. La vita di bordo è fatta di partecipazione e collaborazione a tutto: dalle manovre, alla preparazione dei pasti, al riassetto della cucina, della barca e alla gestione della cambusa. Vi ricordiamo di utilizzare borse morbide da poter stivare nei gavoni della vostra cabina e di portare lenzuola, federe e asciugamani personali e dopo l’esperienza di tutti questi anni vi ricordiamo di portare solo pochi e utili capi di abbigliamento.

Documenti personali: documento valido per l’espatrio (carta d’identità o passaporto).
Nota importante: ricordiamo che le carte di identità prorogate con timbro da 5 a 10 anni, che pensiamo siano valide per l’espatrio, potrebbero creare problemi alla frontiera perché non sempre vengono ritenute valide dalle autorità straniere. Il Ministero degli Esteri consiglia di viaggiare con il passaporto o comunque, per stare tranquilli, di rifare la carta di identità, nel caso sia di quelle valide 5 anni con timbro di rinnovo.

Potete anche leggere: Notizie dallo Zefiro in rotta ad Amorgos

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Nota: Per i viaggi di Velatrek, il saldo deve essere versato almeno 20 giorni prima della partenza.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 350 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 666 Crociera della lumaca nel Dodecaneso. Il saldo di 350 euro deve essere versato entro il 04-06-2018. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.