I nostri viaggi

0 posti

Novità

Reset password

Fine agosto in baita nel cuore del Trentino

Cinque giorni rilassati nel verde e nella tranquillità, avvolti dai suoni e dai profumi dei boschi e dei prati, ospiti delle baite di Pra dei Tassi, autentici casera e tabià in legno, recentemente ristrutturati e dotati dei comfort necessari, nel rispetto dei materiali e delle tecniche tradizionali, all’interno del Parco naturale di Paneveggio e Pale di San Martino.

Ogni giorno un itinerario a piedi ci porterà a conoscere gli aspetti naturalistici, storici ed etnografici del Vanoi, la valle che entra nel cuore del Lagorai, la catena montuosa più estesa e selvatica del Trentino. Assieme esploreremo i prati di mezza montagna, mantenuti aperti e funzionali attraverso un certosino lavoro di sfalcio che perdura ancor oggi; gli antichi boschi di abete, alti e solenni, che in passato hanno fornito tanto legname alla Serenissima per costruire le navi della Repubblica Marinara; i pascoli montani dove ancora si produce il fragrante botiro, il burro di malga oggi presidio Slow Food e da dove si gode di panorami indimenticabili sulle montagne circostanti.

Incontreremo la gente locale: artigiani, malgari, cuoche, forestali, guardiaparco, custodi di antichi saperi e protagonisti orgogliosi della montagna di oggi; montanari moderni che sanno coniugare ospitalità, valorizzazione e tutela del proprio territorio. E se saremo silenziosi e fortunati potremo scorgere anche qualche animale: qui sono di casa caprioli, cervi, marmotte, tassi, volpi, aquile e persino il timido gallo cedrone.

Alla sera la tranquillità del luogo ci darà l’occasione per una chiaccherata, una partita a carte, una cantata in compagnia o, per chi preferisce la quiete, il tempo per leggere, scrivere, disegnare, comporre una poesia, sognare a occhi aperti o chiusi.

Programma

Sabato 26

Arrivo a Caoria, pranzo e “Anel de la Val” 5 km dislivello +/- 100 m

Domenica 27

Escursione ai pascoli di Malga Viesnòta de Sòra. 12 km, +/- 700 m di dislivello

Lunedì 28

Giro ad anello per prati e boschi: Prati de Tognola, Rìsina de Valsorda, Pian dei Casoni, Prà de Madégo, Siéga de Valzanca. 9 km, +/- 400 m di dislivello

Martedì 29

Salita da Passo Gobbera agli Stòli della Totoga e alla cima. 12 km, +/- 750 m di dislivello

Mercoledì 30

Alle Malghe di Fossernica: il mondo dell’alpeggio e del botiro. 7 km +/- 400 m di dislivello

Il programma potrà subire delle variazioni in base ai bisogni del gruppo e alla disponibilità delle strutture.

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 26 agosto alle 11.30 presso la stazione dei treni di Primolano (tratta Trento – Bassano del Grappa) oppure direttamente a Caoria per le 12.15.
Rientro: mercoledì 30 agosto partenza dopo pranzo.

Notti: in baita dotata di servizi: docce con acqua calda e corrente elettrica. Camerata unica con letti a castello.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 180 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2017).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT18Y0501812101000000135454, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 555 Fine agosto in baita nel cuore del Trentino. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.