I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Il glorioso rimpatrio dei Valdesi

Da Salbertrand a Bobbio Pellice.

Quando videro le loro valli dal Col Giulian, piansero di gioia. Era il 1689 e gli eretici Valdesi erano stati esiliati a Ginevra due anni prima dal duca di Savoia. Mille uomini armati e determinati a non farsi cancellare dalla storia, tentarono il ritorno nelle valli dove erano nati. E ci riuscirono. Montagne impervie e selvagge, di intatta bellezza, ancora oggi si attraversano in ricordo di quel viaggio avventuroso. Grazie al coraggio di quel piccolo esercito, la chiesa valdese è viva oggi, erede dell’unico tra i grandi movimenti eretici del Medioevo sopravvissuto fino ai nostri giorni. Erano tenaci montanari, e l’amore per queste valli, “retaggio dei loro padri” non è mai venuto meno.

Partiamo dalla Val Susa, proprio dal luogo dove vinsero la battaglia decisiva, Salbeltrand. Saliamo il Gran Bosco, con i suoi larici monumentali, per poi scendere in Val Chisone. Ogni giorno una valle nuova, ogni giorno una scoperta. Eccoci a sorprendere i camosci che pascolano nella conca sotto la cascata del Pis. E poi gli alpeggi, dove giovani pastori scelgono di portare avanti le attività della tradizione, ma ben preparati e in linea con la modernità. La cultura è sempre stata un punto forte dei valdesi: nelle borgate c’è sempre la scuola… perché tutti dovevano saper leggere. In Val Massello visitiamo la Balziglia, il luogo imprendibile dove sostennero mesi di assedio e quasi furono presi per fame. Ma noi no, non patiremo certo la fame! Gusteremo ottimi formaggi e una cucina che profuma d’oltralpe. A ricordarci che camminiamo sul confine è anche la lingua francese, che suona perfetta per le strade di Torre Pellice, alternata alla parlata occitana. Un viaggio profondo nella storia e nell’originalissima cultura di questa comunità.

Grazie a Giovanni Mello per le foto

Programma

Sabato 14

Ritrovo a Salbertrand, partenza per Montagne Seu. 2h30 di cammino, 700 m in salita

Domenica 15

Montagne Seu – Rif. Mulino di Laval. 6h30 di cammino, 950 m in salita, 1.000 m in discesa

Lunedì 16

Rif. Mulino di Laval – Massello. 6h30 di cammino, 600 m in salita (con seggiovia da Pattemouche), 1.400 m in discesa

Martedì 17

Massello – Rodoretto. 3h30 di cammino, 750 m in salita, 800 m in discesa

Mercoledì 18

Rodoretto – Ghigo. 2h30 di cammino, 400 m in salita, 350 m in discesa

Giovedì 19

Ghigo – Alpe Crosenna. 6h30 di cammino, 1.000 m in salita (con seggiovia da Ghigo ai Tredici Laghi), 1.600 m in discesa

Venerdì 20

Alpe Crosenna – Bobbio Pellice. 4h30 di cammino, 250 m in salita, 1.000 m in discesa

Sabato 21

Trasferimento con mezzo pubblico a Torre Pellice e visita al Museo Valdese. Pranzo insieme e partenza nel primo pomeriggio. Autobus frequenti per Torino

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 14 luglio, a Salbertrand in Val Susa, ore 11.30 - 12.00
Rientro: sabato 21 luglio da Torre Pellice, in tarda mattinata.

Come arrivare al luogo di ritrovo: Salbertrand è collegata con i treni della linea Torino-Modane. In auto, si arriva con la A32 da Torino.

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, sacco lenzuolo, zaino ergonomico. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Notti: in rifugio, agriturismo o foresteria, in camerata o camere multiple

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 230 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 682 Il glorioso rimpatrio dei Valdesi. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.