I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Il Cammino dei Briganti

Il Cammino dei Briganti percorre l’antica linea di confine tra Stato Pontificio e Regno delle Due Sicilie, seguendo le orme dei fuorilegge che dominavano la zona a cavallo tra la Marsica in Abruzzo e il Cicolano nel Lazio.

I briganti - che si spostavano da una parte all’altra in base alla loro convenienza - non erano malviventi, piuttosto spiriti liberi che lottavano contro l’invasione dei Sabaudi; i nuovi padroni arrivati dal nord che avevano decuplicato le tasse a persone che già soffrivano la fame e imposto l’obbligo della leva a persone che non potevano affrancarsi dal bisogno di lavorare la terra. Entrare in clandestinità, se si aveva acume, era l’unica via che rimaneva possibile. Ma la storia dei briganti è fatta anche di rapimenti, riscatti, violenza e soprusi, subìti o perpetrati.

Una storia di "margine", rispetto all’unificazione dell’Italia perseguita oltre un secolo e mezzo fa, adesso in fase di riscoperta così come i piccolissimi borghi che attraverseremo.

Da Tagliacozzo, antica e ben conservata cittadina ricordata da Dante Alighieri nella Divina Commedia (XXVIII canto dell’Inferno), muoveremo verso i paesi posti a guardia del massiccio del Monte Velino (terza vetta dell’Abruzzo) per poi entrare nell’ultimo paese abruzzese (Santo Stefano di Sante Marie) e attraversare il confine con il Cicolano. Da Nesce arriveremo al suggestivo borgo di Cartore, un tempo base della omonima banda di briganti, con una escursione al Lago della Duchessa (1.788 m) incastonato in una delle più belle cornici dell’Appennino montano, all’interno dell’omonima Riserva. Infine riprenderemo il cammino verso Magliano dei Marsi e i Piani Palentini, per richiudere il cerchio al Casale Le Crete, vicino a Tagliacozzo.

Nei piccoli villaggi che attraverseremo l’accoglienza delle poche persone che ci vivono ancora offrirà l’opportunità di un incontro intenso e autentico con queste terre.

Questo viaggio, così come gli incontri che lo rendono unico, è diventato il libro Il Cammino dei Briganti.

Programma

Domenica 27

Ritrovo ore 16 presso la stazione ferroviaria di Tagliacozzo. Visita del paese e trasferimento con bus suburbano al Casale Le Crete

Lunedì 28

Tagliacozzo (Casale Le Crete) – Santo Stefano di Sante Marie. 6 ore di cammino, 600 m in salita, 500 m in discesa

Martedì 29

Santo Stefano di Sante Marie – Nesce. 5h30 di cammino, 350 m in salita, 600 m in discesa

Mercoledì 30

Nesce – Cartore. 6 ore di cammino, 500 m in salita, 400 m in discesa

Giovedì 31

escursione ad anello con zaino alleggerito alla Riserva del Lago della Duchessa. 6h30 di cammino, 900 m in salita, 900 m in discesa

Venerdì 1

Cartore – Magliano dei Marsi. 5 ore di cammino, 500 m in salita, 300 m in discesa

Sabato 2

Magliano dei Marsi – Tagliacozzo (Casale Le Crete). 3 ore di cammino, 200 m in salita, 150 m in discesa

Altre informazioni utili

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire.

Notti: b&b, agriturismi, case private, pensioni, con servizi anche comuni. Può capitare di condividere il letto matrimoniale

Ritrovo: incontro con la guida domenica 27 agosto ore 16 a Tagliacozzo - presso la stazione ferroviaria FS
Rientro: arrivo previsto a Casale Le Crete per le ore 15 di sabato 2 settembre; proseguimento con bus suburbano per Tagliacozzo.

Come arrivare al luogo di ritrovo: si può raggiungere Tagliacozzo con i treni che partono da Roma Tiburtina o Pescara Centrale oppure con la macchina percorrendo l’autostrada A24 e uscendo al casello di Tagliacozzo (per chi proviene da Roma) o di Magliano dei Marsi (per chi proviene da Pescara o L’Aquila).

Consigli di lettura:

  • L. Gianotti, A. Liberati, F. Mapelli, Il Cammino dei Briganti, Edizioni dei Cammini, 2016

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Emozioni di camminatori

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 225 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2017).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT18Y0501812101000000135454, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 543 Il Cammino dei Briganti. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.