I nostri viaggi

1 posto

Reset password

Peloponneso, terra di storia, montagne e mare

In questo sorprendente lembo di Grecia ci immergiamo in una natura semplice, aspra e magnifica, forte nei suoi incantevoli contrasti. Qui, tra le rocce, gli ulivi e il mare del Mani, vivremo il respiro dei luoghi che hanno partecipato alla nascita della civiltà mediterranea. Nei villaggi dell’entroterra i ritmi blandi ci inviteranno ad andare lenti, lungo le coste i bagni in mare ci ristoreranno, i colori saturi ci inonderanno: tutto nutrirà il nostro cammino.

È un luogo di emozioni, questo lembo di Peloponneso: fin dall’arrivo a Kalamàta si respira un’aria di confine, non solo un confine tra terra e mare ma anche punto d’incontro tra le genti che sono sempre andate e venute, dal mare verso la terra e poi su verso le montagne fino ai grandi centri di Sparta e Tripoli e viceversa. Qui ogni sasso, ogni anfratto, ogni piccola chiesetta rupestre è punto di incontro tra storia e leggende. Inizieremo a camminare in montagna, nella catena del Taygetos, ai confini geografici tra la regione di Sparta (Lacadonia) e quella di Kalamàta (Messenia) in un ambiente aspro e affascinante. Una breve sosta a Kalamàta e poi giù verso la costa.

“Sulla mappa la parte meridionale del Peloponneso sembra un dente deforme appena strappato dalla gengiva, con tre penisole protese a sud come scheggiate e cariete radici. Il rebbio centrale è formato dalla catena del Taygeto che, dalle colline pedemontane a nord nel cuore della Morea alla punta di Capo Matapan battuta dalle tempeste a sud, si allunga per un centinaio di miglia. Per circa metà della sua lunghezza – settantacinque miglia sul lato occidentale, e quarantacinque sull’orientale, per una larghezza di cinquanta miglia – il Taygeto si spinge affusolandosi in mare. Questo è il Mani!”

Così scriveva il britannico Patrick Leigh Fermor – grande amico di Bruce Chatwin – descrivendo la regione che lo ha visto camminare per anni, centimetro dopo centimetro, alla scoperta di luoghi e genti di questa terra. Anche noi, idealmente guidati dalla vena curiosa di questo grande viaggiatore di inizio Novecento, cammineremo seguendo in parte proprio alcuni itinerari da lui descritti e godremo di quel germe benefico che questa terra infonde. Dal mare saliremo verso l’interno seguendo antichi sentieri, andremo alla scoperta della rampa di Bilivos e ci inoltreremo nella profonda gola di Viros. E ci godremo il ristoro dei bagni in mare e il gusto della genuina cucina della taverna di Kardamyli.

Programma

Sabato 10

Incontro con la guida ad Atene, trasferimenti in pullman e sistemazione (1.370 m s.l.m.)

Domenica 11
Lunedì 12

Due giornate di cammini in montagna con dislivelli massimi giornalieri di +/- 400 m

Martedì 13

Bus di linea per Kalamàta, giro a piedi per la città vecchia e poi pullman di linea per Kardamyli dove ci sistemeremo

Mercoledì 14

Giovedì 15
Venerdì 16

Tre giornate di cammini nel Mani messiniaco con dislivelli giornalieri di +/- 500 m.

Venerdì pomeriggio, bus di linea per Kalamàta dove dormiremo.

Sabato 17

Trasferimento in bus per Atene e quindi ancora un bus per l’aeroporto

Altre informazioni utili

Guardate le foto di precedenti viaggi:
Foto di Marco Carletto, 09/2013

Voli aerei: i biglietti aerei sono acquistati direttamente dai partecipanti una volta confermata la partenza del viaggio. Le tratte aeree e gli orari dei voli da acquistare saranno comunicati alla conferma del viaggio.

Notti: dormiremo in alberghetti, 3 notti in montagna, 3 notti al mare, 1 notte in città. In camere doppie/triple, con bagni/servizi sempre in comune

Prenotare per tempo: i voli aerei costano meno se prenotati con anticipo

Ritrovo: sabato 10 giugno, l’appuntamento e l’incontro con la guida è nella zona “ARRIVI” dell’aeroporto di Atene (Grecia) all’arrivo dei voli Easyjet e Ryanair verso le 15.00. Ogni altra modalità di arrivo (auto e/o altri mezzi) dovrà essere comunicata preventivamente alla guida.
Rientro: sabato 17 giugno, bus al mattino presto per Atene e quindi altro bus per il trasferimento in aeroporto in tempo utile per i voli di rientro del pomeriggio.
Come arrivare al luogo di ritrovo: voli diretti da Milano Malpensa e Bergamo ad Atene delle compagnie Ryanair ed Easyjet. Per partenze da altre località italiane consultare il web: in ogni caso, prima di acquistare i biglietti, contattate la guida per maggiori informazioni perché gli orari dei voli dovranno essere compatibili con quelli dei bus per/da Kalamata.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Documenti personali: documento valido per l’espatrio (carta d’identità o passaporto).
Nota importante: ricordiamo che le carte di identità prorogate con timbro da 5 a 10 anni, che pensiamo siano valide per l’espatrio, potrebbero creare problemi alla frontiera perché non sempre vengono ritenute valide dalle autorità straniere. Il Ministero degli Esteri consiglia di viaggiare con il passaporto o comunque, per stare tranquilli, di rifare la carta di identità, nel caso sia di quelle valide 5 anni con timbro di rinnovo.

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 150 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2017).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT18Y0501812101000000135454, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 452 Peloponneso, terra di storia, montagne e mare. Il saldo di 100 euro deve essere versato entro il 29-05-2017. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.