I nostri viaggi

9 posti

Reset password

Cammini a quattro zampe: con cani e asini in Valle Scurosa

Un viaggio nella natura in compagnia degli amici più fedeli – Trekking con i cani.

Quattro giorni nella natura incontaminata tra Umbria e Marche, in una zona selvaggia ricca di ampi panorami e immense praterie. Un territorio quasi disabitato, ideale per far correre in libertà i nostri amici cani. Itinerario facile su strade forestali agevoli, circondati da catene montuose tra i silenzi interrotti a volte dai muggiti delle mandrie al pascolo.

Istruttore cinofilo e guida:
Tomas Pirani
Asinara e guida:
Eugenia Dallaglio

Dall’immenso altopiano di Colfiorito, alla stretta e selvaggia Valle Scurosa, ombrosa e severa, l’itinerario attraversa zone naturalistiche di rara bellezza. Il viaggio a piedi raggiunge l’altopiano di Monte Lago, misterioso e singolare, e termina nel piccolo rifugio “Valle Scurosa” vicino al paese di Sefro, nell’alto Appennino Maceratese. Cammineremo immersi in panorami ampi e silenziosi, altopiani e fitti boschi.

È un viaggio che fa innamorare del camminare e della libertà di spostarsi lentamente e in cui gli amici asinelli sono ideali compagni di viaggio, validi amici e sempre disponibili a trasportare il materiale occorrente agli amici cani.

Il viaggio nasce dalla voglia di perdersi in spazi incontaminati per più giorni, insieme ai nostri cani, guidati da asini che sanno essere saggi compagni di viaggio oltre che poter trasportare sia i materiali necessari ad allestire i campi base, sia le scorte alimentari per persone e cani. Un connubio che nel tempo si è rivelato in tutte le sue potenzialità, non solo sul piano escursionistico ma per le dinamiche che si vengono a creare tra le diverse specie uomo-asino-cane.

Le attività con i cani prevedono in tanti momenti la libertà dal guinzaglio e la convivenza con altri soggetti e altri animali, per una miglior esperienza sociale del cane, e una crescita di cane e proprietario. Naturalmente tutto sotto la guida attenta dell’istruttore cinofilo esperto di comportamento animale.

La logistica del viaggio sarà un po’ spartana. Si dorme in tenda, senza appoggio a strutture nelle prime due notti, e questo ci consentirà una profonda immersione in natura. I pasti ci saranno però portati dagli amici del Rifugio Valle Scurosa.

Foto: Adriana Tavernini, Elettra Pistoni, Viviana Gaglione...

Programma

Giovedì 7

Taverne (758 m) – Valle del Grillo (950 m). Dislivello in salita 200 m. Da Taverne si arriva alla Botte di Varano, un meraviglioso cunicolo stretto da percorrere per qualche centinaio di metri, realizzato in travertino, importante opera idraulica del 1958 per la bonifica dell’altopiano di Colfiorito. Si dorme al rifugio della forestale.

Ore di cammino: 2 

Venerdì 8

Valle del Grillo (950 m) – Altopiano di Montelago (1.150 m). Dislivello in salita 400 m, in discesa 200 m. Suggestivo itinerario che risale dai boschi fino alle praterie del Monte Camorlo e all’altopiano di Montelago; posto tappa nel silenzio più assoluto.

Ore di cammino: 4 

Sabato 9

Altopiano di Montelago (1.150 m) – Rifugio Valle Scurosa (600 m). Dislivello in salita 150 m, discesa 400 m. Tappa panoramica sugli altopiani di Montelago, poi si scende fino alla valle su un sentiero che scende ripido tra i boschi. Si pernotta nel piccolo ma ospitale rifugio Valle Scurosa.

Ore di cammino: 4 

Domenica 10

Anello della “Valle Scurosa”. Dislivello in salita 100 m, in discesa 100 m. Passeggiata esplorativa intorno alla Valle Scurosa. Ultime corse nei boschi per i nostri amici e alla fine un buon pranzo finale comodamente seduti. Recupero auto tramite automezzo dell’organizzazione

Ore di cammino: 2 

Altre informazioni utili

Attenzione: non è possibile partecipare con cani femmine in estro.

Notti: in tenda, senza appoggio in strutture. I posti tappa sono situati vicino a fonti d’acqua, tutto il necessario per la cena e eventuali bisogni vengono portati dai gestori del rifugio “Valle Scurosa”.

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire.

Ritrovo: giovedì 7 giugno, alle ore 15.00 a Colfiorito, frazione di Taverne
Rientro: domenica 10 giugno, alle ore 16.00, un automezzo dell’organizzazione riporta al recupero auto a Taverne

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico, tenda, sacco a pelo, materassino. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Cosa portare per il vostro amico a quattro zampe, in una borsa a lui dedicata che verrà caricata sugli asini:

  • cibo pesato per quattro giorni (non ci è possibile tenere cibo al fresco durante il trekking, quindi, per chi è abituato a somministrare al cane una dieta BARF o casalinga, chiediamo di organizzarsi con cibo secco o essiccato.)
  • una copertina dove dormire che sia il meno ingombrante possibile
  • un piccolo telo in microbica per asciugare il cane se necessario (dimensioni max. asciugamano viso 60x100 cm circa)
  • una ciotola da viaggio di quelle richiudibili o in stoffa

È inoltre utile portare qualche snack da tenere con voi nello zaino, da dare ai cani nei momenti di sosta. Ideali sono pezzi di carne essiccati, circa uno al giorno (3 snack in totale).

Come si svolge il viaggio:

  • Il viaggio a piedi con i cani viene effettuato in compagnia degli asini che vengono utilizzati per trasportare parte dei bagagli, sia dei proprietari che dei cani.
  • L’itinerario si svolge in un ambiente selvaggio caratterizzato da ampie praterie e declivi semplici e poco boscati. Un itinerario piuttosto rilassante dagli spazi aperti e senza troppi dislivelli, questo permette in ampi tratti di poter lasciare i cani liberi di correre tenendoli sempre a vista d’occhio.
  • Non ci sono strutture di supporto tranne il terzo giorno dove saremo ospiti nel cortile del rifugio Valle Scurosa che ci supporta sia nelle cene che nei pasti dei giorni precedenti.
  • I pernottamenti vengono effettuati in tenda vicino a fonti d’acqua potabile con abbeveratoi che permettono di potersi lavare.
  • Le tende, i materassini, l’alimentazione e il materiale da riposo del cane vengono trasportati dagli asini. Gli effetti personali e il vestiario devono essere portati nello zaino.
  • Le tende personali non debbono superare i 4 kg di peso.
  • Durante il cammino è necessario collaborare alla gestione degli asini guidandoli con la corda, e aiutando la guida nelle operazioni di gestione degli animali.
  • In alcuni tratti è necessario tenere i cani al guinzaglio, soprattutto nel tratto finale della seconda tappa dove l’itinerario attraversa praterie con mandrie di mucche al pascolo.
  • L’educatore cinofilo seguirà persone e cani nei momenti di socializzazione e per tutta la durata della convivenza in libertà.
  • Saremo in contatto con un veterinario di riferimento in loco per supportare eventuali infortuni ai cani o per altri bisogni. Il veterinario è reperibile per tutta la durata del viaggio. Nel territorio attraversato non sono riscontrati focolai di rabbia.

Logistica:
- La prima tappa prevede il campo tende a fianco di una piccola casa rifugio della Forestale. Non vi sono servizi igienici, ma una bella fonte dove procurarsi l’acqua e lavarsi al meglio.
- Nella seconda tappa il campo tende è situato in un ampio spazio a ridosso di una fontana con acqua che scende copiosa ma anche qui non vi sono strutture che forniscono servizi igienici.
- La terza tappa invece prevede l’utilizzo dei servizi del rifugio Valle Scurosa: due bagni all’interno del rifugio e un bagno esterno; tre docce esterne con acqua calda.

In questo viaggio, il numero di partecipanti può essere superiore alla composizione media dei viaggi della Compagnia dei Cammini, fino a 20 persone.

Per saperne di più:

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 200 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 659 Cammini a quattro zampe: con cani e asini in Valle Scurosa. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.