Informazioni

Rete di Cammini

La Compagnia dei Cammini è anche molto attiva nella creazione, valorizzazione, manutenzione di alcuni cammini in Italia e in Europa. In questi 20 anni abbiamo maturato una grossa esperienza e professionalità, che ci permette di sviluppare progetti di valorizzazione di cammini, per cui abbiamo costituito una rete dei cammini che ci vedono protagonisti in prima persona. Molte guide Compagnia dei Cammini sono attive sul territorio in diverse regioni. La Compagnia dei Cammini mette in campo le sue risorse, il suo know how, la sua professionalità, per cui questi cammini sono cammini di qualità, certificati da noi perché c’è dietro il lavoro e la passione di chi i cammini li ha sempre percorsi, li sa costruire e mantenere, al di là delle mode.

Il Decalogo dei Cammini secondo noi.

Ecco i cammini della rete:


Cammino dei Briganti

Logo Cammino dei briganti

100 km percorribili in 7 giorni, è un cammino a quote medie (tra gli 800 e i 1300 m di quota) sulle orme dei briganti tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. Partenza e arrivo da Sante Marie (AQ), vicino a Tagliacozzo. Tocca due regioni, Abruzzo e Lazio. In libreria c’è la guida “Cammino dei briganti” (Edizioni dei cammini) scritta da tre guide della Compagnia dei Cammini (Luca Gianotti, Fabiana Mapelli e Alberto Liberati), c’è la mappa 1:25.000 edita da Edizioni il Lupo. Sul sito internet è possibile scaricare le tracce Gps gratuite.

Sito web: www.camminodeibriganti.it
Pagina Facebook: www.facebook.com/CamminoBriganti


Via Cretese

Logo Via Cretese

500 km percorribili in circa 27 giorni (ma è anche percorribile in parti, una settimana alla volta). Attraversa l’isola di Creta da est a ovest, dalla spiaggia di Kato Zakros al Monastero di Chrisoskalitissa sul mare. Durante il percorso si scavalcano tre catene montuose, i Dikti (2000 m), il Monte Psiloritis (2490 m) e i Monti Bianchi (2000 m). Uno dei cammini più belli d’Europa, completo di tutto, montagne, mare, boschi e foreste, cultura, spiritualità, gente ospitale. In libreria c’è la guida in lingua inglese “The Cretan Way” (Anavasi) scritta dal coordinatore della Compagnia dei Cammini Luca Gianotti, ci sono alcune mappe escursionistiche edite sempre da Anavasi, e c’è il racconto in forma narrativa del cammino (Luca Gianotti “Rapporto a Kazantzakis”, Edizioni dei cammini). Sul sito web (in italiano e in inglese) è possibile scaricare le tracce gps gratuite.

Sito web: www.cretanway.eu
Pagina Facebook: www.facebook.com/CretanWayE4


Sentiero Spallanzani

Logo Sentiero Spallanzani

135 km percorribili in 8 giorni, dal centro di Reggio Emilia a San Pellegrino in Alpe sul crinale tosco emiliano, un percorso di bassa e media montagna da 50 m di quota fino a 1.820 m. Si seguono le orme del naturalista settecentesco Lazzaro Spallanzani, ma il cammino è molto di più: è immersione in un Appennino ancora vero, ricco di natura, storia, cultura e spiritualità. La Pietra di Bismantova, il castello di Carpineti, il Monte Cusna e il Monte Prado, e infine l’arrivo in un luogo simbolo del pellegrinaggio medievale, l’Ospizio di San Pellegrino, il centro abitato più alto di tutto l’Appennino. Sul sito web è possibile scaricare le tracce gps gratuite.

Sito web: www.sentierospallanzani.it
Pagina Facebook: www.facebook.com/sentierospallanzani/


Sentiero dell’Inglese

Nell’Aspromonte grecanico sta rinascendo un cammino che ebbe un certo successo venti anni fa, il Sentiero dell’Inglese, da Pentadattilo a Staiti in 7 giorni di cammino, 115 km totali. Si chiama così perché ripercorre i passi che nel 1847 il viaggiatore e pittore inglese Edward Lear raccontò nel suo Diario di un viaggio a piedi, racconto dei suoi vagabondaggi nel sud della Calabria, pubblicato a Londra nel 1852. I suoi viaggi, non solo descritti ma anche illustrati da acquerelli, emanano una forte suggestione, in queste terre speciali, fatte di fiumare, coltivazioni di bergamotto e piccoli paesi che ancora conservano le tradizioni grecaniche. Ora la Compagnia dei Cammini, insieme alla cooperativa Naturaliter, rilancia questo cammino e gli darà nuova vita. L’ospitalità sarà in case private e agriturismi molto accoglienti. La prima parte del 2018 sarà dedicata alla segnatura e tabellazione dei tratti non più segnati, alla costruzione di un sito web, e tutto quello che serve per percorrerlo.
Sito web e pagina Facebook in costruzione.


Altri cammini entreranno in rete...