I nostri viaggi

8 posti

Reset password

Il Parco dei cento laghi

Asini e cani: in cammino nella zooantropologia.

Uomini, cani e asini in un unico vivere in sintonia.

Costituiremo una carovana errante attraverso l’immersione nella natura e nel vivere condiviso, cani e persone libere dal vincolo degli spazi stretti. Come guide, Eugenia (guida e asinara), Tomas (consulente in zooantropologia, esperto in comportamento canino) e la saggezza degli asini.

Il Parco dei cento laghi porta con sé il fascino dei sentieri di montagna, dei pascoli e del cammino d’alta quota. L’alto Appennino parmense segnato da antichi tratturi racconta storie di civiltà di passaggio in un tempo dove, sulle tracce delle vie carovaniere, viandanti, briganti e mercanti, scendevano al Mar Tirreno. Terre contese, crocevia di storie. Chi meglio di questa terra può ospitare la nostra carovana con cani e asini e persone in cerca di quello spirito affine alla viandanza! Pernotteremo in tenda vicino a sorgenti, mangeremo all’aperto supportati da un mezzo dell’organizzazione che ci raggiungerà ogni sera per rifornirci.

Zooantropologo e guida:
Tomas Pirani
Asinara e guida:
Eugenia Dallaglio

I pasti trasportati da guide locali presso i nostri “campi base” saranno forniti dal Ristorante Da Rita, dove tutto è preparato secondo tradizione della cucina casalinga locale.

C4Z: Cammini a Quattro ZampeIl viaggio è spartano, sempre immerso in ambienti naturali e per questo affascinante e avventuroso, ma oltre a questo, questo cammino è un viaggio nella zooantropologia, alla scoperta delle dimensioni di relazione che legano persone e animali da sempre, e che uniranno noi nel formare il nostro branco.

Le attività con i cani prevedono la libertà dal guinzaglio e la convivenza con altri soggetti e altri animali, per una miglior esperienza sociale del cane, e una crescita di cane e proprietario. Tutto sotto la guida attenta di un consulente in zooantropologia esperto in comportamento canino.

Si dorme in tenda, appoggiandosi a strutture di cui si possono usare i servizi igienici.

Programma

Giovedì 6

Valditacca – Prato Spilla. 7 km, 3 ore di cammino, 400 m in salita, 100 m in discesa

Venerdì 7

Prato Spilla – Lago Verde. 8-10 km, 6 ore, 500 m in salita, 100 m in discesa

Sabato 8

Lago Verde – Passo della Colla. 10-12 km, 6 ore, 200 m in salita, 500 m in discesa

Domenica 9

Passo della Colla – Valditacca. 8 km, 4 ore, 100 m in salita, 300 m in discesa

Altre informazioni utili

Attenzione: non è possibile partecipare con cani femmine in estro

Ritrovo: giovedì 6 giugno a Valditacca alle 14
Rientro: domenica 9 giugno alle ore 17 da Valditacca

Notti: in tenda

Veterinario: saremo in contatto con un veterinario di riferimento in loco per supportare eventuali infortuni ai cani o per altri bisogni. Il veterinario è reperibile per tutta la durata del viaggio. Nel territorio attraversato non sono riscontrati focolai di rabbia.

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire.

Come si svolge il viaggio:

  • Le tende, l’alimentazione e il materiale da riposo del cane vengono trasportati dagli asini. Gli effetti personali, il vestiario e il materassino devono essere portati nello zaino.
  • L’itinerario si svolge in un ambiente selvaggio caratterizzato da ampie praterie e declivi semplici e poco boscati. Un itinerario piuttosto rilassante dagli spazi aperti e senza troppi dislivelli, questo permette in ampi tratti di poter lasciare i cani liberi di correre tenendoli sempre a vista d’occhio
  • Le tappe del viaggio non sono lunghe (8/10 km circa) e prevedono numerose soste. Il viaggio è consigliato anche ai proprietari di cani che non sono abituati a camminare
  • La tipologia del percorso è guidato, con trasporto di supporto sia per le cene che per i pasti.
  • Le tende personali non devono superare i 4 kg di peso.
  • Durante il cammino è necessario collaborare alla gestione degli asini guidandoli con la corda, e aiutando la guida nelle operazioni di gestione degli animali
  • In alcuni tratti è necessario tenere i cani al guinzaglio
  • Educatori e istruttori seguiranno persone e cani nei momenti di socializzazione e per tutta la durata della convivenza in libertà.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico, tenda, sacco a pelo, materassino, posate e piatti per pranzo al sacco. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Cosa portare per il vostro amico a quattro zampe, in una borsa a lui dedicata che verrà caricata sugli asini:

  • cibo pesato per quattro giorni (non ci è possibile tenere cibo al fresco durante il trekking, quindi, per chi è abituato a somministrare al cane una dieta BARF o casalinga, chiediamo di organizzarsi con cibo secco o essiccato.)
  • una copertina dove dormire che sia il meno ingombrante possibile
  • un piccolo telo in microbica per asciugare il cane se necessario (dimensioni max. asciugamano viso 60x100 cm circa)
  • una ciotola da viaggio di quelle richiudibili o in stoffa

È inoltre utile portare qualche snack da tenere con voi nello zaino, da dare ai cani nei momenti di sosta. Ideali sono pezzi di carne essiccati, circa 1 al giorno (3 snack in totale).

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 200 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 857 Il Parco dei cento laghi. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.