I nostri viaggi

12 posti

Reset password

Capograsso di cammino, arte e benessere in Trentino

Abbiamo deciso di spostare il Capodanno al giorno di Martedì Grasso, il 16 febbraio. Il Mardi Gras diventa quindi per noi Capograsso, giorno di passaggio. Con i suoi riti: il fuoco, il bruciare l’anno vecchio, il pensare e scrivere pensieri e buoni propositi per l’anno che viene, il salto nel nuovo che viene. Il 16 febbraio (Covid permettendo), a mezzanotte saremo in tanti, da Monteriggioni alla Sicilia, dalle montagne d’Abruzzo all’Aspromonte, da Capri alla Sardegna a una baita nel Trentino, con un bicchiere di spumante in mano, pronti a saltare il fuoco.

Un Capograsso all’insegna della tranquillità, della natura, dell’arte e del relax. Ospiti della meravigliosa Ca’ de Mel, una casa rurale del 1700 ristrutturata con rispetto e amore e trasformata in azienda apicultrice, saremo avvolti dal profumo del miele e dalla quiete del posto.

Lontano dal traffico e dai clamori delle affollate stazioni sciistiche, ogni giorno un itinerario a piedi ci porterà a conoscere un aspetto naturalistico, storico e culturale dell’altopiano di Fiavè: da Balbido, il paese dei murales, al Castello di Stenico, il maniero meglio conservato in Trentino; dalle palafitte preistoriche di Fiavè alla fortezza tardo-romana di San Martino e altro ancora, passando per campi, prati, biotopi, forre scavate dalla forza dell’acqua, foreste di abeti e di faggi.

A volte natura e arte si compenetrano come nel percorso artistico contemporaneo Bosco Arte Stenico, dove sculture di legno e installazioni di materiale naturale fanno capolino tra gli abeti e può capitare di domandarsi se un insieme aggraziato di rami o un intreccio di radici sia creazione di natura o di artista umano.

Alla sera ci sarà la possibilità per una cantata in compagnia, un gioco da tavolo o una chiacchierata tutti assieme, o per chi preferisce la quiete, il tempo, per leggere, scrivere, disegnare, condividere una poesia, sognare a occhi aperti o chiusi.

Nota:
Per creare la convivialità necessaria che è il piacere di conoscere e stare con le persone, si chiede che l’uso di cellulare, tablet e altra tecnologia sia limitato al massimo. L’invito è di tenere il cellulare spento non solo durante il cammino ma anche durante la serata in modo da lasciare spazio all’incontro e alla cura delle relazioni nel qui e ora.

Programma

Sabato 13

Sistemazione presso la Ca’ de Mel.
Il Cammino dei Borghi: partenza per Balbido, il paese dei Murales e Rango con i mercatini di Natale. Ritorno in notturna con le torce elettriche. 14 km, dislivello 300 m in salita, 300 m in discesa

Domenica 14

Il cammino della Storia: escursione in compagnia di un archeologo al sito del Monte S. Martino, una fortezza eretta al tramonto del mondo romano ed ereditata da Ostrogoti e Longobardi. Nel percorso di ritorno visita all’azienda agricola Agrilife (cosmetici naturali) in val Lomasona. 16 km, dislivello 600 m in salita, 600 m in discesa

Lunedì 15

Il cammino dell’Arte: escursione in Bleggio e Banale con visita al Castello di Stenico e al percorso Bosco Arte Stenico. 18 km, dislivello 700 m in salita, 700 m in discesa

Martedì 16 (Capograsso)

Giornata rilassante alla Spa 5 Sensi delle Terme di Comano o in alternativa facile giro nelle campagne di Fiavè e del Lomaso (10 km, 300 m di dislivello in salita, 300 m in discesa)

Mercoledì 17

Il cammino del Lago Antico: escursione nelle campagne intorno a Fiavè e visita al biotopo del lago Carera e partenza in tarda mattinata. Per chi lo desidera, possibilità di spuntino con assaggi di formaggi e salumi locali al caseificio Fontanel a Fiavè e/o visita in autonomia al museo delle palafitte di Fiavè. 7 km, dislivello trascurabile

L’ordine delle giornate di programma potrà variare per accomodare la disponibilità delle strutture e delle persone che visiteremo.

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 13 febbraio, ore 12.30, presso l’agriturismo Ca’ de Mel a Stumiaga di Fiavè (Trento)
Rientro: mercoledì 17 febbraio, dalle 12 in poi (per chi vuole si potrà pranzare insieme).

Notti: in b&b

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo da escursionismo, si consiglia lana merinos per calze e magliette, piccolo zaino comodo capace di contenere il tutto necessario per un’escursione giornaliera. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 200 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2021).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 355 Capograsso di cammino, arte e benessere in Trentino. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.