I nostri viaggi

10 posti

Reset password

In cammino verso il BioRitme – Per giovani

Natura, ecologia, consapevolezza, musica. Da Barcellona al Festival musicale BioRitme (Pantà de Sau).

Il cammino è rivolto ai giovani di età compresa tra 20 e 38 anni, ragazze e ragazzi a cui piace camminare, ascoltare, condividere e mettersi in gioco.

Essere contemporanei a noi stessi significa essere consapevoli di ciò di cui c’è bisogno fisicamente, emozionalmente e mentalmente, proprio qui in questo momento!
Essere contemporanei significa essere rivoluzionari. Oggi più che mai il rivoluzionario è colui che volge l’attenzione verso la natura, è chi costruisce relazioni autentiche e condivide momenti di vita vera; la rivoluzione è ritornare al contatto umano, alla terra, al sudore, al respiro. Il rivoluzionario oggi è pacifico ma non si fa manipolare, è programmatico e ben radicato in sé stesso.
È proprio su questo tipo di sentire che nasce quest’esperienza in cammino che è rivolta a giovani ragazze e ragazzi.

Cammineremo per una settimana tra boschi, castelli e borghi di montagna per raggiungere uno degli eventi musicali e artistici più alternativi e impegnati di Spagna, il BioRitme Festival. Il viaggio parte da una delle città simbolo del divertimento e della cultura underground mondiale: Barcellona. Durante i giorni di cammino, per rendere l’esperienza ancora più autentica, lucida e totale, praticheremo alcune tecniche meditative delle tradizioni orientali, zen e sciamaniche, in modo da familiarizzare con quell’equilibrio, quella gioia e quella vastità d’amore che c’è in ognuno di noi.

La prima notte dormiremo nel Barrio festoso de Gràcia a Barcellona. Tutte le altre notti, a parte la terza che ci concederemo un caratteristico albergo nel pueblo di Arbùcies, dormiremo in tenda all’aperto. È sicuramente un viaggio che richiede un buon spirito di adattamento, un’adeguata preparazione a camminare per lunghi tratti con zaino in spalla e la voglia sincera di divertirsi e di confrontarsi.

Perché un cammino verso un Festival di musica e di ecologismo? Perché c’è bisogno di lucidità, di condivisione, di comunicazione reale; perché c’è bisogno di un ritorno a un ritmo salutare.
Perché al BioRitme? Perché è un Festival originale e contemporaneo, dove l’etica, il piacere e il benessere personale sono le priorità. Per questo e molto altro questo evento si amalgama perfettamente con la nostra filosofia del viaggio a piedi e che possiamo ricordare in questi quattro aspetti:

NATURA
Cammineremo in un ambiente unico, il Parco naturale del Montseny, accogliendo la possibilità e la responsabilità di stare nei boschi. Ci impegneremo a convivere educatamente con l’ambiente circostante che ci ospita: la Madre Terra.

ECOLOGIA
Ci impegneremo a coltivare i valori dell’ecologia, portando l’attenzione a quello che berremo e che mangeremo, preferibilmente biologico e atossico, cercando prodotti a km 0 in modo da contribuire a sostenere una rete di ricchezza e cultura locale e responsabile.

CONSAPEVOLEZZA
Questo cammino non è fatto di soli passi: è anche un punto d’incontro per persone critiche e costruttive, persone che non sono d’accordo con molte delle direzioni che la società ha preso oggi e che per questo motivo vogliono generare consapevolezza. La condivisione, gli esercizi energetici, la meditazione, le letture e gli incontri che il viaggio ci donerà ci supporteranno in questo percorso di risveglio al nostro presente.

MUSICA
Musica intesa come ritmo vitale, battiti del cuore, passi che si alternano, silenzi, vento fra gli alberi, il canto degli uccelli e poi la musica d’autore, raggae, dub, worldbeat e patchanka del BioRitme.

È un viaggio a piedi in cui il nostro zaino sarà il contenitore dell’essenziale, le nostre gambe ci condurranno per chilometri di meraviglie naturali, la nostra mente si concentrerà, con piacere inaspettato, sul momento presente e dove il nostro cuore si aprirà al ritmo selvaggio della viandanza, della condivisione, dell’essenza.

Cammini di Pace

I Cammini di Pace sono una proposta per viaggiatori che vogliono percorrere sentieri non solo esteriori ma anche interni. Sono viaggi, ciascuno con la sua diversa particolarità, in cui il camminare diventa strumento privilegiato per incontrare gli altri, la Natura, e se stessi. Sono momenti in cui, con il sostegno della guida e del gruppo, ciascuno è invitato a prendersi cura di sé attraverso la strada, le pratiche e gli spunti proposti. Per saperne di più, potete visitare il sito www.camminidipace.it.

Crediti foto:
Dragone mosaico all’ingresso del Parco Güell, di Alex Proimos

Programma

Domenica 18

Ritrovo ore 16 a Barcellona, incontro introduttivo e cena, passeggiata in Gracias.

Lunedì 19

Camminata nella città di Barcellona. Trasferimento in treno a Breda. Breda – Can Massagner. 17 km, 5 ore di cammino, 400 m in salita, 100 m in discesa

Martedì 20

Can Massagner – Arbucies. 12 km, 3 ore di cammino, 500 m in salita e in discesa

Mercoledì 21

Arbucies – Sant Hilari Sacalm. 14 km, 4 ore di cammino, 600 m in salita, 150 m in discesa

Giovedì 22

Sant Hilari Sacalm – BioRitme Festival. 26 km, 7 ore di cammino, 1.000 m in salita e in discesa

Venerdì 23

BioRitme Festival – Vilanova de Sau. 6 km, 2 ore di cammino, 100 m in salita e in discesa. Rilassamento al BioRitme

Sabato 24

Camminata nei dintorni del Festival. 6 km, 2 ore di cammino, dislivelli irrilevanti. Rilassamento e danze al BioRitme

Domenica 25

Al BioRitme Festival. Fine viaggio verso le ore 10

Altre informazioni utili

Per giovani 20 – 38 anni

Tipo di viaggio: il viaggio è di tipo itinerante, il sesto e settimo giorno stanziale. È necessaria qualche escursione di allenamento prima di partire con dislivelli in salita di 700 - 900 metri con zaino in spalla. Necessarie scarpe alte ben rodate.

Difficoltà tecniche: percorso escursionistico complessivamente facile, ma per la tratta del quinto giorno è richiesta una buona preparazione fisica in quanto faremo 26 km con dislivelli.

Ritrovo: domenica 18 agosto alle ore 16 a Barcellona
Rientro: il nostro viaggio ufficialmente terminerà la domenica 25 agosto verso le ore 10. Dopo le 10 c’è la possibilità di rimanere in modo autonomo al Festival perché terminerà il lunedì seguente e il ticket che abbiamo ha validità fino a quel giorno. Chi vuol rientrare verso l’aeroporto di Barcellona o di Girona potrà farlo con un bus o un taxi collettivo. Al momento dell’iscrizione, con il coordinamento della guida e della segreteria, sarà possibile capire le esigenze di ogni partecipante e agevolare un piano economico e sicuro per il ritorno.

Come arrivare al luogo di ritrovo: gli aeroporti più vicini sono quello di Girona o Barcellona el Prat, da questi aeroporti con autobus o treno raggiungere il centro di Barcellona città, per poi arrivare al luogo di ritrovo o a piedi o con i mezzi pubblici. Vi verranno comunque inviate informazioni più dettagliate prima della partenza.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, tenda, sacco a pelo, materassino. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Notti: per cinque delle sette notti dormiremo in tenda, leggera da trekking, portate dai partecipanti, chi non ne possedesse una potrà valutare se acquistarla o condividere quelle di altri compagni. Le altre due notti saremo in un centro culturale (per terra in sacco a pelo) e in un albergo.

Temperatura e clima: la temperatura sarà quasi sicuramente alta durante tutto il giorno, però ci potranno essere anche dei momenti di pioggia sporadica. Durante la notte, dormendo in tenda in zona montuosa con altezze che variano da 500 a 800 metri sul livello del mare, la temperatura potrebbe essere più fresca.

Nota: per partecipare non è necessario avere alcuna esperienza di meditazione o pratiche yoga, ma sicuramente c’è bisogno di una sincera voglia di osservarsi dentro e mettersi in gioco con il sorriso.

Guida: la guida di questo viaggio non è una guida di professione, ma un maestro yoga e di qigong che ha portato l’amore per le pratiche meditative al centro della sua passione per il camminare. Sarà un accompagnatore e un compagno di viaggio.

Guardate che spettacolo!
Ecco il video ufficiale che racconta (in musica!) l’edizione 2018 del BioRitme Festival, dove possiamo scorgere qualcuno dei ragazzi del nostro viaggio.

Ed ecco una precedente edizione del nostro cammino raccontata in video:

Con grande gratitudine vi aspettiamo, zaino in spalla, per la prossima edizione.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 215 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 899 In cammino verso il BioRitme – Per giovani. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.