I nostri viaggi

1 posto

Novità

Reset password

Lessinia: prealpi di luce

Sei giorni rilassati nel verde e nella tranquillità, avvolti dai suoni e dai profumi dei boschi e dei prati, ospiti di una casa contadina risalente alla seconda parte dell’800 e recentemente ristrutturata con competenza e cura.

Ogni giorno un itinerario a piedi ci porterà a conoscere gli aspetti naturalistici, storici ed etnografici del Parco naturale della Lessinia. Ci muoveremo in un paesaggio tipicamente prealpino, articolato in ampie dorsali prative contrassegnate da conche e vallette, alternate a boschi di carpino, faggio, abete rosso. I lembi di foresta raccolti lungo i versanti dei vaji, le valli che scendono verso la pianura, testimoniano l’antica vitalità dei boschi prima che l’uomo allargasse le aree di pascolo con una meticolosa attività iniziata probabilmente dal Neolitico e continuata dalla popolazione cimbra, fiera custode della valle fin dal Medioevo.
Assieme esploreremo le praterie di alta quota punteggiate dalle malghe e dalle mandrie al pascolo, ammireremo i paesaggi sui vicini massicci alpini del Carega, del Baldo e delle Dolomiti di Brenta e se saremo fortunati vedremo persino gli Appennini sbucare in fondo alla pianura padana.
Ci avventureremo nella foresta dei Folignani, camminando nella frescura degli abeti e cercando le tracce dei lupi, che da qualche anno sono ritornati con un branco stabile, il primo delle Alpi centrali.
Cammineremo all’ombra degli antichi faggi, secolari compagni delle casare dai caratteristici tetti in lastre di pietra rosa, tipiche dell’architettura cimbra, che assieme a croci, steli, capitelli arricchiscono di elementi umani l’armonia del paesaggio naturale.
Ci inoltreremo nella Valle delle Sfingi: una valletta dove il carsismo ha disgregato e modellato numerosi monoliti di roccia calcarea formando un labirinto di rocce dalle forme bizzarre.
Incontreremo la gente locale: allevatrici, casari, artigiane, pastori, custodi di antichi saperi e protagoniste orgogliose della montagna di oggi.

Alla sera, la tranquillità del luogo ci darà l’occasione per una chiacchierata, una partita a carte, una cantata in compagnia o, per chi preferisce la quiete, il tempo per leggere, scrivere, disegnare, comporre una poesia, sognare a occhi aperti o chiusi.

Programma

Domenica 16

Ritrovo a Valdiporro (VR) e breve trasferimento in macchina e poi a piedi alla struttura. 20 minuti, 1 km, 80 m in salita

Lunedì 17

Le malghe alte. 6 ore, 12 km, 550 m in salita, 550 m in discesa

Martedì 18

La foresta dei Folignani. 7h30, 18 km, 800 m in salita, 800 m in discesa

Mercoledì 19

I faggi secolari di Belfiore. 5 ore, 10 km, 500 m in salita, 500 m in discesa. A seguire grigliata e pomeriggio in libertà

Giovedì 20

La valle delle sfingi. 7 ore, 16 km, 650 m in salita, 650 m in discesa

Venerdì 21

Riordino della struttura, piccolo giro conclusivo e saluti. Partenze dalla tarda mattinata

Altre informazioni utili

Notti: in struttura dotata di servizi: docce con acqua calda e corrente elettrica. Camere triple e quadruple.

Ritrovo: domenica 16 agosto, ore 16 a Valdiporro (VR)
Rientro: dalla tarda mattinata di venerdì 21 agosto. Chi necessita di scendere alla stazione FS di Verona, verrà accompagnato in macchina a Bosco Chiesanuova (bus extraurbano alle 11.50 con arrivo in stazione alle 13, salvo variazioni dell’orario ATV Verona).
Come arrivare al luogo di ritrovo: per chi arriva in macchina si consiglia l’uscita autostradale di Verona EST (A4) e da qui prendere il raccordo autostradale per la Valpantena (seguire le indicazioni per Lessinia, Bosco Chiesanuova). Per chi arriva con i mezzi pubblici: stazione FS di Verona. Poiché di domenica al momento non ci sono trasporti pubblici extraurbani, chi viene con i mezzi pubblici avverta la segreteria per capire se bastano i posti macchina della guida o se serve organizzare una navetta.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, sacco lenzuolo/sacco a pelo leggero/lenzuola. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 210 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2020).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 158 Lessinia: prealpi di luce. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.