I nostri viaggi

0 posti

Novità

Reset password

Dalla Majella a Montecassino: la linea Gustav

In un periodo storico come quello attuale in cui riaffiorano nazionalismi e sovranismi, la Compagnia dei Cammini ha deciso di proporre un “cammino nella memoria”, lungo la linea che durante la Seconda guerra mondiale fu teatro di aspri scontri fra l’esercito alleato e quello tedesco. Cammineremo in tre regioni, Abruzzo, Molise e Lazio, e attraverseremo due parchi nazionali: quello della Majella e quello d’Abruzzo, fino a giungere al Monastero di Monte Cassino. Cammineremo da est verso ovest in quei luoghi dove s’intrecciano tante storie di resistenza e di oppressione e il nostro cammino sarà rivolto alla pace e alla fratellanza fra i popoli, proprio lì dove, meno di ottanta anni fa, gli uomini hanno deciso di farsi la guerra.

Ci incontreremo a Lanciano, insorta contro i tedeschi il 5 e 6 ottobre del 1943, e partiremo da Pizzoferrato, un piccolo comune della Majella, ripercorrendo le gesta dell’omonima brigata, una formazione partigiana abruzzese che combatté insieme all’esercito alleato lungo il fronte adriatico e contribuì anche alla liberazione di Bologna.
Attraverseremo i Monti Pizzi, ricchi di una vegetazione rigogliosa, fino a giungere a Pietransieri, luogo di una delle più atroci stragi naziste a danno di civili. Giungeremo sui Monti della Meta, introducendoci in Ciociaria attraverso gli alti valichi di montagna, regno dei camosci e delle aquile. Ci imbatteremo in piccole fortificazioni costruite dagli eserciti contrapposti sulle alture che dominano la valle. Visiteremo l’Abbazia di Monte Cassino, dove la storia, e non solo quella della Seconda guerra mondiale, ha lasciato più volte il segno.
Incontreremo persone e racconteremo storie per capire quanto oggi resta in eredità di quei fatti accaduti ai nostri nonni o padri. Un viaggio, senza retorica, nel nostro passato prossimo.

Libri, film e documentari consigliati

Per avvicinarsi alle tematiche che tratteremo lungo il percorso, consigliamo la lettura del romanzo La Ciociara di Alberto Moravia o in alternativa si può anche guardare l’omonimo film di Vittorio De Sica. Aggiungiamo inoltre il libro Storia della Brigata Majella 1943-1945, di Nicola Troilo, oppure si possono guardare i vari documentari che RAI Storia ha dedicato alla Brigata Majella e alla battaglia di Monte Cassino. Infine, la bella rappresentazione teatrale Banditen. I partigiani che salvarono l’Italia, disponibile su Youtube.

Potete anche leggere

Programma

Sabato 14

Ritrovo a Lanciano (CH) alle ore 18.00

Domenoca 15

Pizzoferrato – Pietransieri. 5 ore, 450 m in salita, 400 m in discesa

Lunedì 16

Pietransieri – Alfedena. 5 ore, 650 m in salita, 450 m in discesa

Martedì 17

Alfedena – Prato di Mezzo. 7 ore, 1.000 m in salita, 550 m in discesa

Mercoledì 18

Prato di Mezzo – San Biagio Saracinisco. 5 ore, 400 m in salita, 1.000 m in discesa

Giovedì 19

San Biagio Saracinisco – Cassino. 6 ore, 200 m in salita, 1.000 m in discesa

Venerdì 20

Cassino – Montecassino – visita dell’Abbazia e dei cimiteri di guerra – Cassino. 3 ore, 450 m in salita e in discesa

Sabato 21

Colazione e partenza per il ritorno

Altre informazioni utili

Notti: in albergo a gestione familiare, B&B, rifugio, ostello, agriturismo, bungalow in campeggio

Ritrovo: sabato 14 settembre ritrovo a Lanciano (Ch) alle ore 18.
Rientro: sabato 21 settembre con bus o treno da Cassino appena dopo colazione.
Come arrivare al luogo di ritrovo: a Lanciano si può arrivare in autobus o treno da Pescara.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 240 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 916 Dalla Majella a Montecassino: la linea Gustav. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.