I nostri viaggi

10 posti

Epifania

Reset password

Epifania tra mare e vigneti nel Finale

L’altopiano delle Manie è affacciato sul mare più bello del Ponente, tra capo Noli e Finale Ligure, dove scogliere di bianco calcare precipitano nel blu di acque tra le più limpide della Liguria, dove sovente si avvistano delfini. “Ad Fines” significa proprio sul confine, giacché per lungo tempo Finale, con le sue barriere naturali, ha delimitato i territori di popolazioni differenti. Un paesaggio che tanto richiama lontane ere preistoriche, solcato da alte falesie (fino a 250 metri!) costellate da fossili e antri profondi, e attraversato da percorsi antichissimi: sentieri che collegano grotte abitate già dall’Uomo di Neanderthal, mulattiere che portano a piccole chiese abbandonate, incisioni rupestri e dolmen, borghi fortificati e castelli medievali... e poi la via Julia Augusta con i suoi ponti romani.

Ovunque muri a secco a formare terrazzamenti, qui chiamati fasce, su cui ancor oggi troviamo uliveti e vigneti di pregio: Vermentino, Pigato, e poi Rossese e Lumassina, da gustare la sera davanti a una cena tipica ligure.

Profumi di mirto e corbezzolo, terre rosse e foglie di ligustro: cinque giorni di suggestivo cammino per immergersi a fondo in questo territorio perso dentro al tempo.

Foto: Federica Fiorentino, Carlo Cavalli, Turismo del Finale

Programma

Domenica 2

Ritrovo alla stazione FS di Spotorno-Noli alle ore 11.
Noli – Valle Ponci. 4 ore, 450 m in salita, 150 m in discesa

Lunedì 3

Valle Ponci – anello delle Rocche e Boragni. 5h30, 550 m in salita, 550 m in discesa

Martedì 4

Valle Ponci – anello di Pianarella. 5h30, 550 m in salita, 550 m in discesa

Mercoledì 5

Valle Ponci – anello di Varigotti. 5 ore, 450 m in salita, 450 m in discesa

Giovedì 6

Trasferimento a Finalborgo. Anello di Perti. 4 ore, 300 m in salita, 300 m in discesa. Rientro dalla stazione FS di Finale Marina dopo le 16.

Altre informazioni utili

Tipo di viaggio: semi-itinerante (tre giorni con zaino leggero). Si cammina per lo più su mulattiere e sentieri di tipo alpino

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino comodo che contenga il tutto. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Notti: in un unico agriturismo, con sistemazioni in stanze doppie / triple / quadruple

Ritrovo: domenica 2 gennaio, stazione ferroviaria di Spotorno Noli, dove arriva anche la guida, ore 10 circa. Per chi arriva in auto, direttamente a Noli.
Rientro: giovedì 6 gennaio da Finale Marina, stazione FS, nel primo pomeriggio (dopo le 16). Treni frequenti per Torino e Milano. (6 minuti per Noli per chi ha lasciato l’auto lì.)

Come arrivare al luogo di ritrovo: Spotorno è servita dalla linea ferroviaria Genova-Ventimiglia, con alta frequenza di treni. Noli si raggiunge in auto con la A10 (uscita Spotorno).

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 190 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2022).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 401 Epifania tra mare e vigneti nel Finale. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.