I nostri viaggi

13 posti

Reset password

Camminando a Ponza e Palmarola

Si cammina tra cielo e mare, all’ombra di torri secolari e lecci poderosi, lungo spiagge incendiate da tramonti mozzafiato e mulattiere tagliate nella macchia mediterranea. In un paesaggio dove anche i faraglioni, ciascuno con un proprio nome, hanno una loro storia che si farà narrazione, insieme ai racconti che vanno dalla maga Circe per giungere fino a Lucia Rosa. Con i sensi continuamente all’erta, solleticati da aromi e colori, da suoni e sapori, si vivranno Ponza e Palmarola nella loro essenza più profonda: insenature e spiaggette saranno il naturale scenario in cui immergersi, ogni giorno, per un bagno ristoratore.

La struttura vulcanica placidamente stesa al sole, dove ossidiana e trachite compongono mosaici di colori belli e improbabili, il suono dei venti che soffiano da ogni direzione – e proprio per questo gli antichi Romani avevano costruito due porti – fanno delle isole ponziane un unicum in cui immergersi e perdersi.

Cammino a stella con zaino leggero alla scoperta di sentieri, del mare cristallino, della cucina e dei vini isolani.

Programma

Mercoledì 11

Ritrovo ore 17.30 a Ponza. Trasferimento in pensione e passeggiata nel borgo marinaro

Giovedì 12

Trasferimento con bus di linea a Le Forna. Escursione dalle Piscine naturali al Frontone.
Dislivelli: 200 m in salita e in discesa. 5 ore di cammino

Venerdì 13

Trasferimento in barca a Palmarola, escursione alle case-grotta e rientro.
Dislivelli: 100 m salita e in discesa. 3h30 di cammino

Sabato 14

Escursione a Monte Guardia e a Punta del Fieno.
Dislivelli: 250 m salita e in discesa. 5 ore di cammino

Domenica 15

Escursione alla necropoli di Bagno Vecchio.
Dislivelli: 80 m e in discesa. 2h30 di cammino. Trasferimento al porto e saluti (ore 11 circa)

Altre informazioni utili

Notti: pensione in camere triple/quadruple. Può capitare di condividere il letto matrimoniale.

Ritrovo: incontro con la guida e il gruppo mercoledì 11 settembre ore 17.30 all’isola di Ponza
Rientro: da Ponza domenica 15 settembre al termine dell’escursione, a partire dalle ore 11 circa (traghetti/aliscafi per Formia, per Anzio e per Terracina)

Come arrivare al luogo di ritrovo: l’isola di Ponza è collegata con Formia, Anzio e Terracina mediante imbarcazioni della Laziomar, Vetor, Pontina Navigazione.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino comodo che contenga il tutto. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 180 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 913 Camminando a Ponza e Palmarola. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.