I nostri viaggi

2 posti

Novità

Reset password

Scorrendo insieme verso la foce

NUOVA DATA. SPOSTATO DA APRILE.

Delta del Po. Cosa c’è nel tuo immaginario quando lo pensi?
Questi sono luoghi che accendono in ognuno qualcosa di diverso, che regalano suggestioni ancora prima di arrivarci, che mescolano emozioni così come intrecciano gli elementi di una Natura che qui si crea e si disfa, giorno per giorno, secolo dopo secolo. Questi sono ambienti dove si percepisce il sedimentarsi della storia, della storia naturale di acque imponenti e terre giovanissime e della storia dei suoi abitanti, che nelle generazioni questo territorio l’hanno modellato.
In questo disfarsi e ricreare, in questa incessante ricerca d’equilibrio, in questa interazione continua tra elementi, si formerà, passo passo, il nostro viaggio. Accompagnati da pratiche di Ecopsicologia, entreremo in punta di piedi nel nostro percorso, affinando il rispetto e la curiosità verso la natura intorno a noi e la natura dentro, dedicandoci all’ascolto di ciò che i sensi ci comunicano e all’incontro con creature altre, siano esse vegetali, animali o altri umani. Proveremo a coltivare un atteggiamento di presenza e attenzione a noi stessi e a tutto ciò che accade, cercando di andare oltre gli schemi e i pregiudizi. Ci sintonizzeremo con l’elemento acqua, con questo grande Po che scorre accanto a noi e che con la sua presenza ci offre ispirazione e un esempio concreto dello scorrere e del mutare, modellando paesaggi e donando fertilità.

Ci incontreremo a Ferrara, cammineremo per paesini, argini, carreggiate di campagna e qualche tratto di asfalto. E infine la foce, tra paludi, canneti, acqua, cordoni di sabbia, immersi nella ricchezza naturalistica di questo patrimonio di biodiversità. Termineremo formalmente il nostro cammino presso l’Abbiazia di Pomposa, prima di rientrare insieme a Ferrara, e poi ognuno per la sua strada, con passo e cuore rinnovato.

Programma

Giovedì 3

Ritrovo ore 10.45 a Ferrara stazione FS, spostamento in autobus (ore 11.25) per Mesola.
Mesola – Santa Giustina. 3 ore, 9 km, in piano

Venerdì 4

Santa Giustina – Goro. 5 ore, 16 km, in piano

Sabato 5

Goro – Canneviè. Cammino fino a Gorino, escursione mattutina in barca verso la foce del Po e cammino pomeridiano. 5 ore (+ 2 ore in barca), 15 km, in piano

Domenica 6

Canneviè – Pomposa. 3 ore, 10 km, in piano. Rientro a Ferrara con pullmino privato per le ore 16

Altre informazioni utili

Notti: ostello, locande. Stanze da 2 o 3 persone

Ritrovo: giovedì 3 giugno, ore 10.45 a Ferrara, stazione FS di Ferrara
Rientro: domenica 6 giugno ore 15.30 circa, da Ferrara
Come arrivare al luogo di ritrovo: Ferrara è ben servita dalla linea ferroviaria e dagli autobus interregionali

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 150 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2021).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 217 Scorrendo insieme verso la foce. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.