I nostri viaggi

10 posti

Reset password

La gran balconata del Cervino

Un percorso ad anello tra alpeggi, caratteristiche frazioni e natura di montagna con un eccezionale compagno di viaggio: il “grande gigante”.

Un viaggio semplice e al tempo stesso assai speciale perché al cospetto dei 4.478 m del Cervino, la magnifica piramide di roccia, uno dei massimi simboli mondiali dell’alpinismo, la montagna incantata oggetto di tanti sogni e tante umane imprese. Un itinerario a mezza costa suggestivo che passa attraverso i vari ambienti naturali della Valtournenche, valle alpina che è stata oggetto di un repentino sviluppo economico trainato dagli sport di montagna (soprattutto invernali, sci in testa) e che ora si sta ripensando in termini più sostenibili e meno impattanti su una Natura che cerca sempre nuovi equilibri ma che è pur sempre generosa

Questa nostra proposta è adatta a coloro che si avvicinano al trekking per la prima volta ed è anche aperta a chi ha più esperienza di viaggi a piedi e desidera condividere emozioni in un ambiente montano tra i più panoramici della Val d’Aosta e delle nostre Alpi. Il fatto che non ci siano difficoltà tecniche particolari non significa che non si cammini, anzi: ma com’è nel nostro stile, andremo con un passo giusto per tutte/i, tra boschi di larici e assolate praterie alpine, godendo di panorami emozionanti e fermandoci un po’ qui e un po’ là, senza dimenticare le storie, gli incontri e le culture delle genti di montagna.

La guida ha una lunga esperienza di meditazione orientale, secondo pratiche zen, e metterà la sua esperienza a disposizione del gruppo, per piccoli momenti di consapevolezza in cammino.

Programma

Mercoledì 10

Antey-Saint-André (1.090 m) – Chamois (1.812 m). 4 ore di cammino. Dislivello: 750 m in salita

Giovedì 11

Chamois (1.812 m) – Breil Cervinia (2.012 m). È il giorno in cui cammineremo di più, fino ai 2.350 m delle praterie di Cime Bianche. Cammineremo per 7/8 ore. Dislivello: 700 m in salita, 500 m in discesa

Venerdì 12

Breil Cervinia (2.012 m) – Lago di Cignana (2.169 m). Oggi toccheremo la massima altezza sul livello del mare (2.445 m del colle “Finestra di Cignana”). 5/6 ore di cammino. Dislivello: 450 m in salita, 300 m in discesa

Sabato 13

Lago di Cignana (2.169 m) – Torgnon (1.547 m). 5/6 ore di cammino. Dislivello: 650 m in discesa

Domenica 14

Torgnon (1.547 m) – Antey-Saint-André (1.090 m). 1h15 di cammino. Dislivello 450 m in discesa. Per le 10.30/11.00 termine del cammino

Altre informazioni utili

Ritrovo: mercoledì 10 luglio alle ore 14.00 ad Antey-Saint-André, Piazza Attilio Rolando, di fronte all’ufficio informazioni turistiche (chalet di legno).
Rientro: domenica 14 luglio. Da Torgnon, dopo la prima colazione, scendiamo a piedi ad Antey-Saint-André entro le 11.00.

Come arrivare al luogo di ritrovo: sia per chi arriva in autostrada che in treno, il punto di uscita/arrivo è Chatillon-Saint Vincent (siamo in Val d’Aosta, Italia): chi è in auto prosegue in direzione Breil Cervinia e dopo 11 km da Chatillon è arrivato ad Antey-Saint-André. Chi arriva in treno dovrà proseguire con un pullman della compagnia SAVDA fino ad Antey-Saint-André (direzione Breil Cervinia) e dovrà precedentemente informarsi sugli orari (www.savda.it)

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, sacco-lenzuolo (non portare il sacco a pelo che è troppo ingombrante), zaino comodo che contenga il tutto. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Notti: in casa-rifugio, alberghi 2/3 stelle o loro dépendance, rifugio di montagna in camere a più letti, talvolta con servizi non in camera. Un rifugio non dispone di doccia.

Emozioni di camminatori

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 180 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 880 La gran balconata del Cervino. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.