I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Mugello selvaggio

Con il cane: in cammino nella zooantropologia.

C4Z: Cammini a Quattro Zampe

Un viaggio esplorativo nella natura guidato dalle capacità sociali dei cani. Uomini e cani in un unico vivere in sintonia.

Costituiremo una carovana errante attraverso l’immersione nella natura e nel vivere condiviso, cani e persone libere dal vincolo degli spazi stretti.

Cinque giorni nella natura incontaminata dell’appennino Tosco Romagnolo, in una zona selvaggia ricca di ampi panorami e immense praterie. Un territorio quasi disabitato, ideale per far correre in libertà i nostri amici cani. Itinerario articolato su strade forestali, vecchie vie di transito e piccoli sentieri, circondati da catene montuose tra i silenzi interrotti a volte dai muggiti delle mandrie al pascolo.

Esploreremo la valle del Fiume Rovigo, i calanchi di Lozzole e le “spiagge” create dai pascoli che scendono a fiume. I tragitti verranno stabiliti in base al meteo e al desiderio esplorativo del gruppo. La logistica è riferita al campeggio libero, viaggeremo con zaino carico del necessario per la giornata e per il pranzo, il resto, tende e materassini, materiale per la notte e necessario per il cane, verrà trasportato da un mezzo di supporto. Posizioneremo il nostro campo base vicino a strutture di supporto e fonti d’acqua, mangeremo sempre all’aperto e dormiremo in tenda.

Le attività con i cani prevedono in tanti momenti la libertà dal guinzaglio e la convivenza con altri soggetti e altri animali, per una miglior esperienza sociale del cane, e una crescita di cane e proprietario. Naturalmente tutto sotto la guida attenta dell’istruttore cinofilo esperto di comportamento animale.

Programma

Mercoledì 1

Da Passo della Sambuca al molino del Rovigo. Iniziamo il cammino verso la conoscenza del gruppo e del territorio del Giogo Casaglia, con il fiume Rovigo tutto da esplorare. Cammino di approccio e montaggio del campo base. Ore di cammino 4-5

Giovedì 2

Esplorazione alla cascata del Rovigo e Valle dell’Inferno. Un vagare ricco di scoperte, spesso suggerite dalla curiosità di chi ha più naso di noi. Ritorno al campo base. Ore di cammino: 6-8

Venerdì 3

Esplorazione delle spiagge e dei pascoli. Cammineremo per le faggete secolari del Passo della Sambuca per trasferire il nostro campo base vicino al rifugio Valdiccioli. Ore di cammino: 6-8

Sabato 4

Esplorazione a Lozzole e i Prati Piani, un cammino nella viandanza presso i luoghi ospitali nati dal pellegrinare in Appennino. Scopriremo anche le vene di gesso e i calanchi. Ritorno al campo base. Ore di cammino: 6-8

Domenica 5

Esplorazione della nostra esperienza, un risveglio nell’altopiano, per correre e giocare ancora una volta prima di tornare per nuovi sentieri e con nuove prospettive, al punto di incontro al Passo della Sambuca. Ore di cammino: 5

Altre informazioni utili

Attenzione: non è possibile partecipare con cani femmine in estro

Ritrovo: mercoledì 1 settembre, alle ore 14.00 al Passo della Sambuca, Palazzuolo sul Senio (FI)
Rientro: domenica 5 settembre, alle ore 17.00 circa al punto di ritrovo

Notti: in tenda

Come si svolge il viaggio:

  • I pernottamenti vengono effettuati in tenda vicino a una struttura (alcune volte con docce altre no) o fonti d’acqua potabile che permettono di potersi lavare.
  • Gli effetti personali, il vestiario e il pranzo di giornata devono essere portati nello zaino.
  • Un mezzo dell’organizzazione trasporterà tende, materassini, sacchi a pelo, necessario per i cani e la scorta bagagli per le persone.
  • Il pranzo sarà sempre al sacco, da trasportare nello zaino.
  • L’esperto di comportamento animale seguirà persone e cani nei momenti di socializzazione e per tutta la durata della convivenza in libertà.
  • Saremo in contatto con un veterinario di riferimento in loco per supportare eventuali infortuni ai cani o per altri bisogni. Il veterinario è reperibile per tutta la durata del viaggio. Nel territorio attraversato non sono riscontrati focolai di rabbia.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, sacco a pelo. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino. Il necessario per i cani verrà trasportato da mezzi dell’organizzazione. Invieremo una scheda che potrà aiutarvi a preparare lo zaino per voi e per il vostro compagno a quattro zampe, con consigli sui materiali e come trasportarli. Il pronto soccorso, per la persona e per il cane, verrà trasportato dalla guida e dallo staff. Portate con voi solo eventuali medicinali prescritti per voi e per il vostro cane.

Per i cani occorre sistemare il necessario dentro una piccola borsa a parte. Dosate il cibo per i giorni dividendolo in sacchetti così da poter favorire la logistica e il trasporto. Purtroppo non abbiamo possibilità di trasportare carne fresca o surgelata. Chi ama la dieta a base di carne fresca per il cane, dovrà optare per l’essiccato.

Per saperne di più:

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 210 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2021).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 299 Mugello selvaggio. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.