I nostri viaggi

4 posti

Reset password

Cammini a quattro zampe: con i cani nell’alta Valle del Mugello

I colori del Giogo Casaglia. Un cammino nella natura, guidati dai cani

Trekking con i cani.

Saremo una carovana errante mentre l’autunno si affaccia al Giogo Casaglia. Il sottobosco si colora di foglie, diventa umido e piacevole da scoprire assieme all’euforia esplorativa dei cani, protagonisti del nostro cammino. Eccitati dagli odori autunnali, l’odore di castagno delle marronete, di fungo e di muschio delle faggete, l’odore di resina dei boschi di duglasia, di tracce di cinghiali e daini da scovare nei boschi di querce e ciliegi selvatici, i cani ci dimostreranno come goderci pienamente questa immersione nella natura. Guidati da esperti in comportamento animale e della relazione.

In questa esperienza di cammino incontreremo Morena, esperta botanica e di medicina ayurvedica con il suo laboratorio “L’ambiente che ci sfama, l’ambiente che ci cura”. Poi Manuela, esperta di intelligenza emotiva che ci guiderà nelle emozioni che il vivere l’esperienza porta con sé… due appuntamenti entusiasmanti e importanti per vivere al meglio il nostro cammino.

Si dorme e si cena in rifugio, si pranza in cammino.

Un cammino orientato alla comprensione della struttura sociale dei cani partecipanti, per vedere il proprio cane e la relazione con il proprio cane in maniera differente dal quotidiano. Un’esperienza di conoscenza dell’animale che ci accompagna, e in qualche modo consiglia, ogni giorno.

L’ambiente naturale, con boschi, fiumi e pascoli, i rifugi aperti alla vera ospitalità dei cani, saranno la cornice in cui vivere un momento dove sentirsi animali significa crescere come persone.

Foto: Stefano Ghini, Fabio Sorti, Elettra Pistoni

Programma

Giovedì 18

Ritrovo a Badia di Moscheta, cammino verso il rifugio Casa al Giogo dove pernotteremo. 6-8 km, 5 ore di cammino, 600 m in salita

Venerdì 19

Alla scoperta della Linea gotica e dell’alta Valle del Mugello. Ritorno al rifugio Casa al Giogo per cena e pernotto. 10-12 km, 5-6 ore di cammino, 500 m in salita e in discesa

Sabato 20

Sul crinale lungo il GEA (Grande Escursione Appenninica) per incontrare il cuore del Parco Giogo Casaglia. Raggiungeremo il rifugio I Diacci, dove ceneremo e pernotteremo. 14-16 km, 6-8 ore di cammino, 850 m in salita, 700 m in discesa

Domenica 21

Rientreremo a Badia di Moscheta, passeggiando tra i mulini del fiume Rovigo, i castagneti del Giogarello e della Serra, saluteremo gli alberi monumentali, e torneremo al punto di incontro. 8-10 km, 4 ore di cammino, 400 m in salita, 800 m in discesa

Altre informazioni utili

Ritrovo: giovedì 18 ottobre, alle ore 14, presso Badia di Moscheta
Rientro: domenica 21 ottobre alle ore 18 raggiungeremo le auto a Badia di Moscheta

Notti: in rifugio, con sistemazioni in camerate. Le camerate e le stanze multiple saranno decise dalla guida secondo la compatibilità dei cani presenti.

Veterinario: saremo in contatto con un veterinario di riferimento in loco per supportare eventuali infortuni ai cani o per altri bisogni. Il veterinario è reperibile per tutta la durata del viaggio. Nel territorio attraversato non sono riscontrati focolai di rabbia.

Difficoltà tecniche: il percorso prevede l’attraversamento di guadi e punti scoscesi, non pericolosi ma avventurosi sicuramente. Per i cani non ci sono difficoltà particolari se non quelle dettate dalla convivenza continua con altre persone e altri animali, esperienza soddisfacente e impegnativa allo stesso tempo. Qualche punto del percorso può creare difficoltà a chi soffre di vertigini.

Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos soprattutto per le calze, zaino ergonomico, sacco a pelo. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare. Il necessario per i cani verrà trasportato da mezzi dell’organizzazione. Invieremo una scheda che potrà aiutarvi a preparare lo zaino per voi e per il vostro compagno a quattro zampe, con consigli sui materiali e come trasportarli. Il pronto soccorso, per la persona e per il cane, verrà trasportato dalla guida e dallo staff. Portate con voi solo eventuali medicinali prescritti per voi e per il vostro cane.

Per i cani occorre sistemare il necessario dentro una piccola borsa a parte. Dosate il cibo per i giorni dividendolo in sacchetti così da poter favorire la logistica e il trasporto. Purtroppo non abbiamo possibilità di trasportare carne fresca o surgelata. Chi ama la dieta a base di carne fresca per il cane, dovrà optare per l’essiccato.

Per saperne di più:

Scarica la scheda dettagliata, in versione stampabile

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 160 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2018).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 730 Cammini a quattro zampe: con i cani nell’alta Valle del Mugello. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.