I nostri viaggi

11 posti

Prenota

Prenota

Novità

Reset password

Via Lauretana Senese

Camminare lungo i 115 chilometri che da Siena portano a Cortona significa percorrere una delle più antiche vie di collegamento e di commercio della Toscana che, sin da epoca etrusca, ha segnato la fortuna e lo sviluppo di questo territorio che si innesta nel tratto della Valdichiana che unisce la provincia di Siena con quella di Arezzo. Nel tempo questa via ha assunto sempre più un carattere di pellegrinaggio per coloro che da Siena, da sempre importante riferimento dei percorsi di fede, si portavano verso Loreto, da cui il nome di Via Lauretana Senese.

Si parte da Siena attraversando Porta Pispini, in direzione est, per andare verso Taverne d’Arbia e raggiungere il borgo medievale di Vescona, noto per la sua chiesa di San Florenzio. Si prosegue attraversando il territorio delle Crete senesi e le sue Biancane di Leonina che conferiscono al paesaggio quell’aspetto lunare conosciuto anticamente come Deserto di Accona, per raggiungere prima Asciano e poi Serre di Rapolano con le sue cave di travertino, la cui dimensione silenziosa e riflessiva permette di assorbire la maestosità e l’impegno della mano dell’uomo.
Il Cammino prosegue per Sinalunga, bella con i suoi antichi palazzi medievali ma rinomata anche per lo storico allevamento della mucca di razza chianina, e per il recente set cinematografico del Pinocchio di Matteo Garrone. Un esteso paesaggio campestre si apre poi al cammino per incontrare Montepulciano e poi Torrita di Siena, borgo leggendariamente refrattario a essere dominato, come ci narrano le storie dell’anziana donna Nencia e del brigante gentiluomo Ghino di Tacco.
Si giunge poi a Valiano e alle sue Leopoldine, strutture architettoniche rurali che raccontano un pezzo di storia della Valdichiana, per concludere con un’ultima tappa fino a raggiungere Cortona, punto finale della Via Lauretana Senese, ma anche inizio per chi prosegue verso Assisi o verso il Trasimeno e infine, attraversando Umbria e Marche, verso Loreto.

La Via Lauretana Senese è un Cammino di esplorazione di un territorio che la mano dell’uomo ha sapientemente costruito e protetto nel tempo: sconfinati paesaggi, autenticità dei borghi medievali, opere d’arte, percorsi archeologici, ma anche una laboriosa e attenta conservazione delle colture locali che hanno contribuito alla costruzione di un paesaggio che oggi possiamo percorrere camminando, celebrando così la lentezza, antica metafora dell’esistenza umana.

Non è possibile vedere campi più belli; non vi ha una gola di terreno la quale non sia lavorata alla perfezione, preparata alla seminazione. Il formento vi cresce rigoglioso, e sembra rinvenire in questi terreni tutte le condizioni che si riecheggino a farlo prosperare.

Goethe, Descrizione della Valdichiana, 1786

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Sabato 10

Ritrovo a Siena, visita della città e pernottamento

Domenica 11

Siena – Vescona. 6 ore, 20 km, 300 m in salita, 250 m in discesa

Lunedì 12

Vescona – Serre di Rapolano. 6 ore, 21 km, 550 m in salita, 550 m in discesa

Martedì 13

Serre di Rapolano – Sinalunga. 6 ore, 20 km, 550 m in salita, 550 m in discesa

Mercoledì 14

Sinalunga – Valiano. 6 ore, 22 km, 200 m in salita, 250 m in discesa

Giovedì 15

Valiano – Cortona. 6 ore, 22 km, 400 m in salita, 200 m in discesa

Venerdì 16

Rientro

Altre informazioni utili

Notti: case private, agriturismo, b&b, ostelli, conventi. Le sistemazioni potrebbero essere in camerate, in stanze doppie / triple / quadruple

Ritrovo: a Siena, sabato 10 settembre ore 17.00 (si richiede la massima puntualità)
Rientro: venerdì 16 settembre dalla prima mattinata, con orario a discrezione del singolo viaggiatore secondo i mezzi di rientro. Da Cortona si potrà proseguire in autobus o a piedi su Camucia Stazione (2 km), da cui il treno regionale per Firenze S.M.N. e da qui numerosi treni veloci
Come arrivare al luogo di ritrovo: si raggiunge la città di Siena provenendo da Firenze, collegata con le Frecce di Trenitalia. Treni regionali e bus ogni ora collegano Firenze S.M.N. con Siena in meno di 2 ore

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 220 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2022).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 515 Via Lauretana Senese. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.