I nostri viaggi

0 posti

Festa dei lavoratori

Reset password

Viaggio a Fontamara

Cammino letterario nella terra e nel pensiero di Ignazio Silone.

Quale migliore occasione se non quella del 1° Maggio (Festa del lavoro e data del suo compleanno), con un cammino di quattro giorni dedicato a un grande uomo di lettere: Ignazio Silone. Un autore profondamente legato alla sua terra d’origine: l’Abruzzo, dove infatti sono ambientate gran parte delle sue opere. Ma l’Abruzzo, e la Marsica in particolare, è un microcosmo, che riflette le condizioni di disagio dei più deboli di tutto il mondo.

“A chi sale a Fontamara dal Piano del Fucino il villaggio appare disposto sul fianco della montagna grigia, brulla e arida come su una gradinata… A chi guarda Fontamara da lontano, dal Feudo del Fucino, l’abitato sembra un gregge di pecore scure e il campanile un pastore”. (Ignazio Silone, Fontamara).

L’altro elemento che caratterizzerà il nostro percorso è una natura indomita, a volte arida, aspra, dura, ma sempre magnifica. “Il destino degli uomini nella regione che da circa otto secoli viene chiamata Abruzzo è stato deciso principalmente dalle montagne… il fattore costante della loro esistenza è appunto il più primitivo e stabile degli elementi, la natura”. (Ignazio Silone, L’Abruzzo, in Abruzzo e Molise, Attraverso l’Italia. Illustrazione delle regioni italiane, Touring Club Italiano).

Un cammino che in quattro giorni ci condurrà, attraverso i meravigliosi paesaggi del Parco nazionale d’Abruzzo, fino a Pescina, il paese natale di Ignazio Silone, ma idealmente potremmo chiamarlo anche Fontamara. Percorreremo i monti che circondano la piana del Fucino, un tempo terzo lago d’Italia per estensione, dal cui prosciugamento nascono le vicende narrate in Fontamara. Brevi letture dai testi di Silone ci aiuteranno a conoscere il territorio e la sua storia e a entrare nello spirito dell’autore.

Un cammino nella natura, nella storia, nella letteratura.

Programma

Sabato 27

Ritrovo a Pescasseroli alle ore 18

Domenica 28

Pescasseroli – Ecorifugio della Cicerana. 5 ore, 450 m in salita

Lunedì 29

Ecorifugio della Cicerana – Bisegna. 5 ore, 300 m in salita, 650 m in discesa

Martedì 30

Bisegna – Ortona dei Marsi. 4 ore, 200 m in salita, 400 m in discesa

Mercoledì 1

Ortona dei Marsi – Carrito (Cocullo con treno) – Ortona dei Marsi. 3 ore, 200 m in salita e in discesa

Giovedì 2

Ortona dei Marsi – Pescina. 4 ore, 350 m in salita, 600 m in discesa

Venerdì 3

Pescina – Aielli. 4 ore, 450 m in salita, 200 m in discesa

Sabato 4

Partenza in bus da Cerchio dopo colazione.

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 27 aprile, ore 18, ritrovo a Pescasseroli
Rientro: sabato 4 maggio, dopo colazione, da Cerchio
Come arrivare al luogo di ritrovo: a Pescasseroli si può arrivare in auto o in bus da Avezzano (per chi proviene da nord, da Roma o dalla costa adriatica) o Castel di Sangro (per chi proviene da Napoli).

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino comodo che contenga il tutto. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare. Il rifugio è di dotato di sacchi a pelo, quindi si consiglia di munirsi di sacchi lenzuolo, che in alternativa possono essere acquistati presso il rifugio al costo di € 15 ciascuno. Per la notte in rifugio si raccomanda inoltre un asciugamano personale e una federa.

Notti: si dorme in rifugio e B&B

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 240 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 836 Viaggio a Fontamara. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.