I nostri viaggi

0 posti

Lista d’attesa

Lista d’attesa

Novità

Capodanno

Reset password

Capodanno sul Cammino di Santa Barbara, tra falesie e miniere

Sardegna sud ovest.

Santa Barbara è la protettrice di chiunque scavi nella roccia, perché la storia narra che fosse riuscita a sfuggire alla persecuzione contro i cristiani grazie a una roccia che si aprì permettendole di nascondersi al suo interno. Il culto della Santa era molto sentito dai minatori sardi che ogni giorno rischiavano la vita in condizioni di lavoro precarie, alla ricerca dei preziosi minerali. Il Cammino percorre i sentieri dei minatori, sia quelli percorsi per recarsi sul posto di lavoro, sia le vere e proprie strade minerarie che servivano per trasportare il minerale verso i centri di raccolta o di lavorazione. È su questi vecchi stradelli, mulattiere e ferrovie abbandonate che si camminerà nel corso del viaggio.

Dalla città di Iglesias ci si dirige verso il mare sulla spettacolare costa di Nebida e Masua, le falesie a picco sul mare, il faraglione più alto d’Italia, il Pan di Zucchero, le calette nascoste e gli onnipresenti, straordinari e arditi lavori minerari, primo fra tutti Porto Flavia. La costa si abbassa solo in prossimità della baia di Cala Domestica e della sua caletta minore raggiungibile da una galleria mineraria.

Da Buggerru invece il cammino proseguirà su di una suggestiva duna sabbiosa alta diverse centinaia di metri, per poi dirigersi verso le foreste del Fluminese; sarà proprio a Fluminimaggiore che si passerà in un clima familiare l’ultima notte dell’anno.

Tra miniere e antiche testimonianze archeologiche si camminerà alla ricerca di Metalla, la leggendaria città nuragico-punica dove iniziarono le coltivazioni minerarie dell’Iglesiente. Il Tempio Punico del Sardus Pater, già tempio nuragico e successivamente Romano è collegato da una strada lastricata probabilmente nuragica alla Grotta Di Su Mannau, una cavità stupefacente dal punto di vista naturalistico, ma altrettanto affascinante da quello archeologico, essendo state trovate al suo interno centinaia di lucerne votive in ceramica. Si ritorna, sempre per boschi di leccio e strutture minerarie fantasma, verso il punto di partenza di Iglesias.

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Martedì 27

Ritrovo a Cagliari, ore 16.00. Treno Cagliari-Iglesias

Mercoledì 28

Iglesias – Nebida. 6 ore di cammino, 20 km, 750 m in salita, 800 m in discesa

Giovedì 29

Nebida – Masua. 3h30 di cammino, 10 km, 400 m in salita, 500 m in discesa

Venerdì 30

Masua – Buggerru. 6h30 di cammino, 19 km, 900 m in salita, 900 m in discesa

Sabato 31

Buggerru – Fluminimaggiore. 5 ore di cammino, 18 km, 1.100 m in salita, 1.000 m in discesa

Domenica 1

Fluminimaggiore – Gutturu Pala. 3h30 di cammino, 11 km, 450 m in salita, 300 m in discesa

Lunedì 2

Gutturu Pala – San Bendetto. 5h30 di cammino, 19 km, 500 m in salita, 700 m in discesa

Martedì 3

San Bendetto – Iglesias. 4 ore di cammino, 14 km, 500 m in salita, 650 m in discesa.

Mercoledì 4

Ripartenza secondo le necessità individuali

Altre informazioni utili

Difficoltà tecniche: singolo passaggio su scala metallica lungo la tappa Masua - Buggerru

Notti: b&b, ostelli, sistemazioni in stanze doppie / triple / quadruple

Ritrovo: martedì 27 dicembre ore 16.00, stazione ferroviaria di Cagliari
Rientro: mercoledì 4 gennaio al mattino secondo necessità, da Iglesias
Come arrivare al luogo di ritrovo: aereo e traghetto su Cagliari

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 275 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2022).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 581 Capodanno sul Cammino di Santa Barbara, tra falesie e miniere. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.