I nostri viaggi

0 posti

Novità

Capodanno

Reset password

Capodanno sul Cammino di Francesco in Sabina

Capodanno in cammino nell’appartata regione dell’Alta Sabina, tra le colline colme di ulivi e i borghi medioevali. Siamo nella provincia di Rieti, a 60 chilometri dalla capitale, un territorio segnato già dal connubio storico tra i Sabini e l’impero romano, luoghi da sempre di passaggio e comunicazione.

Camminare su stradelli e sentieri semplici circondati da olivi regalerà armonia agli occhi e rilassatezza allo spirito; l’eccellente olio di oliva ci accompagnerà per tutto il viaggio insieme ai piatti semplici e genuini, tipici della tradizione contadina sabina. Visiteremo vecchie "mole", antichi frantoi per la macina naturale dell’olio, che hanno accesso direttamente su antiche mura romane.

Le accoglienze saranno semplici e generose e in vero stile pellegrino: a Poggio Moiano pernotteremo in un ostello ricavato all’interno del vecchio romitorio della chiesetta del 1200.
Alla fine del cammino, all’inizio del nuovo anno, meta simbolica del nostro viaggio sarà l’Abbazia di Farfa, centro di cultura e spiritualità ai piedi del Monte Acuziano, luogo di grande bellezza e pace tra i luoghi più insigni del Medioevo europeo. Gestita dall’ordine dei Benedettini è stata dichiarata monumento nazionale nel 1928 per la sua bellezza architettonica e artistica ed è testimonianza di una storia millenaria, tra periodi di grande splendore e periodi di decadenza, di distruzioni e dispersioni, seguiti sempre da rinascite e ricostruzioni.

Programma

Mercoledì 29

Ritrovo a Poggio San Lorenzo, 6 km in cammino, visita all’antico frantoio

Giovedì 30

Poggio San Lorenzo – Poggio Moiano. 4 ore, 12 km, 550 m in salita, 400 m in discesa

Venerdì 31

Poggio Moiano: cammino ad anello. 3 ore, 9 km, 250 m in salita, 250 m in discesa

Sabato 1

Poggio Moiano – Fara in Sabina. 5 ore, 15 km, 300 m in salita, 450 m in discesa

Domenica 2

Fara in Sabina – Abbazia di Farfa. 2h30, 6 km, 150 m in salita, 300 m in discesa. Possibilità di visitare l’abbazia

Altre informazioni utili

Tipo di viaggio: itinerante; 1 giorno si camminerà con zaino leggero

Notti: in ostelli con letti a castello e in camere doppie / triple

Ritrovo: mercoledì 29 dicembre ore 14 Poggio San Lorenzo (RI)
Rientro: giovedì 2 gennaio, nel pomeriggio rientro alla stazione ferroviaria o di Fara in Sabina (RI), da lì treni per Roma
Come arrivare al luogo di ritrovo: ogni ora c’è un bus Cotral che fa la tratta Roma – Rieti e viceversa. Il bus può essere preso sia dalla stazione di Roma Tiburtina (1 ora e 10 minuti di viaggio) sia da quella di Rieti (mezz’ora di viaggio)

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 190 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2021).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 390 Capodanno sul Cammino di Francesco in Sabina. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.