I nostri viaggi

14 posti

Prenota

Prenota

Novità

Reset password

Lanzarote, la isla diferente

“Il piacere profondo, ineffabile, che è camminare in questi campi deserti e spazzati dal vento, risalire un pendio difficile e guardare dall’alto il paesaggio nero, scorticato, togliersi la camicia per sentire direttamente sulla pelle l’agitarsi furioso dell’aria, e poi capire che non si può fare nient’altro, l’erba secca, rasente al suolo, freme, le nuvole sfiorano per un attimo le cime dei monti e si allontanano verso il mare, e lo spirito entra in una specie di trance, cresce, si dilata, manca poco che scoppi di felicità. Che altro resta, allora, se non piangere?”

Con queste parole José Saramago descrive l’isola di Lanzarote, un’isola che solo tre secoli fa, a seguito di un’eruzione del Timanfaya durata diversi anni, ha cambiato e riplasmato interamente il proprio territorio, tanto da indurre i suoi abitanti a chiamarla la isla diferente.

Camminare alla scoperta di Lanzarote significa inoltrarsi in surreali paesaggi vulcanici - un entroterra che pare uscito direttamente dalle viscere della Terra - lasciandosi catturare dall’atmosfera lunare dell’isola e dai riflessi di luce che il mare cristallino che la circonda emana.

Un cammino che parte da Orzola per andare sul Volcán de la Corona, per poi arrivare a Punta Mujeres e Famara, il principale massiccio vulcanico dell’isola e raggiungere La Santa. Si prosegue verso Mancha Blanca, dove si trova la cappella della Madonna dei dolours, patrona dell’isola, passando attraverso il paesaggio vulcanico che sfiora il Timanfaya, arrivare a La Geria, principale regione viticola di Lanzarote. Si prosegue per Los Hervideros, dove la forza delle onde dell’oceano si infrange sui bordi dell’aspra costa, manifestazione del potere della natura, per poi procedere verso la laguna de Janubio dove si trovano tra le più grandi saline naturali d’Europa, e quindi verso Playa Papagayo per scoprire il piacere delle spiagge dell’isola.

Esplorare Lanzarote ci pone di fronte a un territorio all’origine, quasi primordiale, camminando con l’impressione che sotto di noi ancora qualcosa si muove; un territorio che per sua natura inevitabilmente incrocia una spiccata attrazione alla poetica dell’asperità che ha fatto dell’isola la casa, oggi e nel passato, di artisti e pensatori, pretesto questo per portare su carta una nostra traccia poetica da lasciare all’isola.

Lanzarote, ogni nuovo giorno mi appare come un immenso spazio bianco e il tempo come un cammino che vi si snoda lentamente.
José Saramago

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Sabato 11

Ritrovo a Lanzarote, trasferimento nei pressi di Orzola, pernottamento

Domenica 12

Orzola – Mujeres. 6 ore di cammino, 20 km, 900 m in salita, 900 m in discesa

Lunedì 13

Mujeres – La Santa. 6 ore di cammino, 19 km, 250 m in salita, 400 m in discesa

Martedì 14

La Santa – La Geria. 6 ore di cammino, 19 km, 400 m in salita, 350 m in discesa

Mercoledì 15

Los Herideros – La Asomada. 6 ore di cammino, 20 km, 250 m in salita, 150 m in discesa

Giovedì 16

La Asomada – Playa Blanca. 6 ore di cammino, 20 km, 200 m in salita, 300 m in discesa

Venerdì 17

Cammino esperienziale alla ricerca della poetica dell’asperità, ore e distanze di cammino in linea con le medie precedenti

Sabato 18

Rientro

Altre informazioni utili

Notti: yurte, case private, agriturismo, b&b, ostelli. Le sistemazioni potrebbero essere in camerate, in stanze doppie / triple / quadruple. Si richiede una buona capacità di adattamento e condivisione degli spazi.

Ritrovo: a Lanzarote, sabato 11 marzo, trasferimento per Orzola. Il luogo e l’orario di ritrovo a Lanzarote saranno confermati e comunicati dalla guida prima della partenza
Rientro: sabato 18 marzo con orario a discrezione dei partecipanti secondo gli orari dei voli di rientro
Come arrivare al luogo di ritrovo: si raggiunge Lanzarote con voli della compagnia Ryanair da vari aeroporti italiani

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 275 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2023).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 613 Lanzarote, la isla diferente. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.