I nostri viaggi

4 posti

Reset password

Salire la montagna, Essere la Montagna – Dolomiti ampezzane

Viaggio che ha subito modifiche post covid 19. In particolare, per problemi con i rifugi, è di 2 giorni in meno. Anche la difficoltà con questo cambio di programma si è abbassata, di circa mezza orma.

Nel cuore delle Dolomiti ampezzane percorriamo un tratto dell’Alta Via n. 1. È un cammino spettacolare tra le crode coralline, con tappe presso due rifugi alpini di alta quota. Partiamo dal regno incantato di Fanes, accolti dal popolo delle marmotte, dalla purezza delle acque e dal silenzio parlante della valle. Una lunga traversata ci porta a quota 2700 m al Lagazuoi, il nostro “nido d’aquila”. Nella roccia sono ancora visibili le cicatrici della guerra combattuta un secolo fa. Costeggiando le imponenti Tofane, percorriamo parte della Val Travenanzes. Il giorno dopo torniamo a valle attraverso i boschi.

Insieme coltiviamo l’arte di fare passi nuovi sulla Terra: offriamo tutta la nostra attenzione al respiro e al passo, in silenzio, così da sentire la stabilità e solidità della montagna e lasciarci vivificare dalla sua potente energia. Giorno dopo giorno la mente lentamente si acquieta, il corpo si rilassa, purifica, tonifica. Riconosciamo il valore creativo dell’essere totalmente presenti alla bellezza che ci circonda e ci nutre. Scopriamo così come troppo spesso le parole alimentano abitudini mentali non salutari, e passo dopo passo il camminare diventa una vera e propria meditazione che ci rigenera e ci dà forza, gioia e serenità.

La nostra giornata sarà scandita da pratiche di consapevolezza che nutrono corpo e mente: meditazione seduta e “risveglio del corpo” al mattino, ascolto attento nel cerchio della condivisione e presenza mentale nel gustare il cibo. Ci arricchiamo così anche della presenza reciproca e facciamo l’esperienza dell’essere distinti e al contempo “un solo corpo”, vivendo la gioia e la leggerezza dello stare insieme.

Quando cammini, arriva con ogni passo. È questa la meditazione camminata, nient’altro che questa. Thich Nhat Hanh

Cammini di Pace

I Cammini di Pace sono una proposta per viaggiatori che vogliono percorrere sentieri non solo esteriori ma anche interiori. Sono viaggi, ciascuno con la sua diversa particolarità, in cui il camminare diventa strumento privilegiato per incontrare gli altri, la Natura, e se stessi. Sono momenti in cui, con il sostegno della guida e del gruppo, ciascuno è invitato a prendersi cura di sé attraverso la strada, le pratiche e gli spunti proposti. Per saperne di più, potete visitare il sito www.camminidipace.it.

Programma

Lunedì 6

Ritrovo al Rifugio Fanes

Martedì 7

Rifugio Fanes – Gran Ciamplac A/R. 4h30, 8 km, 400 m in salita, 400 m in discesa

Mercoledì 8

Rifugio Fanes – Rifugio Lagazuoi. 6 ore, 11 km, 1.050 m in salita, 400 m in discesa

Giovedì 9

Rifugio Lagazuoi – val Travenanzes. 5 ore, 10 km, 600 m in salita, 600 m in discesa

Venerdì 10

Rifugio Lagazuoi – Capanna Alpina. 4 ore, 7 km, 100 m in salita, 1.100 m in discesa

Altre informazioni utili

Notti: ospitalità in rifugi con sistemazione in camere da 4-8 posti letto secondo disponibilità.

Ritrovo: lunedì 6 luglio, al Rifugio Fanes alle ore 16.45 per la sistemazione nelle camere
Rientro: partenza venerdì 10 luglio alle ore 12.30 per prendere il pullman che ci riporta in un’ora a San Vigilio di Marebbe per recuperare l’auto, oppure a Brunico per il treno.
Come arrivare al luogo di ritrovo: in treno fino a Brunico e poi autobus di linea SAD per San Vigilio di Marebbe. In auto parcheggiando a per San Vigilio di Marebbe.
Da San Vigilio, in autobus per Pederù. Da Pederù, si può arrivare al rifugio a piedi in 3 ore, oppure prendere la navetta del rifugio che parte su nostra prenotazione alle ore 16.30

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, sacco lenzuolo. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Potete anche leggere:

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 240 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2020).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 071 Salire la montagna, Essere la Montagna – Dolomiti ampezzane. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.