I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Gran Sasso, il piccolo Tibet

Viaggio che ha subito modifiche post covid 19. In particolare, per problemi con i rifugi, è di 1 giorno in meno.

Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Un viaggio d’alta quota è sempre un’emozione, soprattutto, come in questo caso, quando si dispiega fra i paesaggi splendenti e severi della catena del Gran Sasso d’Italia, nel territorio dell’omonimo Parco nazionale. Cammineremo sfiorando e spesso oltrepassando i 2.000 metri d’altitudine, in morbidi e lussureggianti valloni che ancora recano le tracce dell’antica pastorizia, e lungo svettanti creste rocciose, in uno spazio suggestivo e quasi poetico, che ha meritato il soprannome di Piccolo Tibet. Nelle giornate più limpide, quando l’aria si fa più trasparente e cristallina, riusciremo a scorgere contemporaneamente i due mari, il Tirreno e l’Adriatico. I nostri passi disegneranno un percorso originale, che da Campo Imperatore seguirà per un tratto la Traversata bassa del Gran Sasso, giungendo poi sul versante teramano, per riprendere la Traversata alta e raggiungere la Vetta Occidentale del Corno Grande (2.912 m). Dopo aver attraversato l’altipiano di Campo Imperatore, visiteremo i piccoli e suggestivi borghi di Castel del Monte, Rocca Calascio e Santo Stefano di Sessanio, capolavori della storia, sopravvissuti nei secoli. Qui, in questi paesi sospesi e arroccati nello scenario imponente del Gran Sasso, entreremo in un “altro” tempo, sperimentandone l’intimo incanto.

Dormiremo in rifugi, alberghetti e ostelli in un trekking itinerante che ci farà scoprire, insieme, il fascino dell’alta montagna e l’accoglienza della gente d’Abruzzo.

Programma

Sabato 4

Ritrovo a L’Aquila. Visita poi spostamento in autobus a Assergi

Domenica 5

Funivia per Campo Imperatore.
Campo Imperatore – Prati di Tivo. 6 ore, 200 m in salita, 800 m in discesa

Lunedì 6

Prati di Tivo – Campo Imperatore. 7 ore, 950 m in salita, 900 m in discesa

Martedì 7

Campo Imperatore – Lago Racollo. 5 ore, 250 m in salita, 550 m in discesa (eventualmente Monte Aquila + 500 m in salita, + 350 m in discesa)

Mercoledì 8

Lago Racollo – Castel del Monte. 5 ore, 200 m in salita, 500 m in discesa

Giovedì 9

Castel del Monte – Rocca di Calascio. 4 ore, 300 m in salita, 200 m in salita

Venerdì 10

Rocca di Calascio – Santo Stefano di Sessanio. 1h30, 100 m in salita, 250 m in discesa. Rientro all’Aquila in corriera per le ore 14.30 circa

Altre informazioni utili

Ritrovo: sabato 4 luglio all’Aquila ore 13 al Terminal di Collemaggio stazione di arrivo delle corriere.
Rientro: venerdì 10 luglio da S. Stefano di Sessanio (rientro in corriera a L’Aquila intorno alle 14.30)
Come arrivare al luogo di ritrovo: Per raggiungere l’Aquila ci sono corriere da Pescara e Roma. Orari: Tua. Per chi volesse raggiungere L’Aquila in auto ci sono comunque possibilità di parcheggio.

Notti: in rifugi, ostelli; 1 notte in tenda per una parte dei partecipanti (un rifugio ha solo 8 posti letti). Data la natura carsica del territorio, molto povera di acque superficiali, e la tipologia di alcuni rifugi di montagna dove si pernotterà, non sempre avremo a disposizione servizi igienici e docce, quindi è richiesta una buona capacità di adattamento.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Per chi dormirà in tenda una notte: sacco a pelo caldo, materassino. Le tende vengono trasportate dall’organizzazione. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Guide e libri: L. Grazini, P. Abate, Guida dei Monti d’Italia – Gran Sasso d’Italia, CAI-TCI; A. Alesi, M. Calibani, A. Palermi, Gran Sasso le più belle escursioni, Società Editrice Ricerche; M. Dell’Omo, I conquistatori del Gran Sasso, CDA & Vivalda; N. Di Michele, Fra Nicola Torretta, l’ultimo Eremita del Gran Sasso, Andromeda; I. Silone, L’Abruzzo (introduzione al volume “Abruzzo”), collana Regioni d’Italia T.C.I.; Luca Gianotti, La spirale della memoria, Edizioni dei cammini 2015

Guardate il "trailer del viaggio":
Gran Sasso, piccolo Tibet: video diario

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 220 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2020).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 070 Gran Sasso, il piccolo Tibet. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.