I nostri viaggi

14 posti

Prenota

Prenota

Novità

Reset password

Via Romea del Chianti

Con il passo del pellegrino partiamo lungo un’antica via che attraversa il Chianti Classico in direzione di Roma, ritrovando nel territorio il filo che collega due città d’arte: la rinascimentale medicea Firenze e la medioevale Repubblica di Siena. Il nostro viaggio inizia ai piedi di Perseo, di Giuditta e di Davide, capolavori e simboli della potente Signoria fiorentina. Varcando le mura siamo subito immersi in una campagna punteggiata da coloniche, ville e pievi attraverso luoghi significativi per la nostra storia quali la casa di Galileo Galilei in esilio e la residenza di Machiavelli.
Raggiungiamo il borgo medioevale di San Casciano in Val di Pesa in un dolce sali e scendi tra boschi, vigne e ulivi in una campagna curata per secoli come un prezioso gioiello, testimonianza della rinascimentale ricerca di armonia tra uomo e ambiente. Cammin facendo incontriamo le storie di chi abita e custodisce questo territorio, toscani fieri e schietti e chi ne è stato attratto e qui investe le proprie energie. Sorge spontaneo chiedersi che cosa rende così significativo questo territorio oggi. Costeggiando i vigneti di uve sangiovese arriviamo alla grandiosa Abbazia benedettina di Badia a Passignano. Il cammino prosegue verso San Donato in Poggio e incontra un sepolcro etrusco alle porte di Castellina in Chianti. Poco più a sud, il borgo di Fonterutoli, dove fu firmato il trattato di pace tra le due repubbliche, segna tutt’oggi il confine tra il territorio fiorentino e quello senese. Nacque qui la leggenda del Gallo Nero, simbolo del Chianti Classico. Poco oltre, le mura di Siena sono come vesti protettive che ne proteggono l’integrità stilistica medioevale. L’occhio cattura l’armonia che l’uniformità del mattone di terracotta dona alle vie sinuose. Raggiungiamo il Campo, accogliente salotto cittadino, sede del potere politico della città e del Palio e poco oltre il maestoso Duomo.

Lungo il cammino siamo accolti dalle poche piccole strutture che rimangono aperte tutto l’anno e ci offrono genuine pietanze della gustosa cucina toscana con il buon Chianti!

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Mercoledì 15

Ritrovo in Piazza della Signoria, Firenze, ore 10.00
Firenze – San Casciano. 5 ore di cammino, 15 km, 300 m in salita, 150 m in discesa

Giovedì 16

San Casciano – Sambuca. 6h30 di cammino, 20 km, 500 m in salita, 400 m in discesa

Venerdì 17

Sambuca – Castellina. 7 ore di cammino, 22 km, 600 m in salita, 200 m in discesa

Sabato 18

Castellina – Quercegrossa. 4h30 di cammino, 13 km, 150 m in salita, 400 m in discesa

Domenica 19

Quercegrossa – Siena. 4 ore di cammino, 12 km, 300 m in salita, 500 m in discesa

Altre informazioni utili

Notti: in agriturismo, b&b, in stanze doppie / triple / quadruple

Ritrovo: mercoledì 15 febbraio in Piazza della Signoria, Firenze, ore 10
Rientro: domenica 19 febbraio da Siena, dalle ore 14

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 250 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2023).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 604 Via Romea del Chianti. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.