Abruzzo / Lazio

Grande Cammino dei Briganti: prima settimana

Il Grande Cammino dei Briganti è un tuffo nella storia, nelle tradizioni, nella natura e nella cultura meridionali. Il cammino ha uno sviluppo di 28 giorni e attraversa Abruzzo, Lazio, Molise, Campania e Basilicata. Noi quest’anno percorreremo la prima settimana, da Tagliacozzo a Picinisco, che è stata da poco inaugurata.
Ideato da Luca Gianotti della Compagnia dei Cammini, come già il più famoso Cammino dei Briganti, collega a piedi molti luoghi importanti per la storia del brigantaggio meridionale, lungo l’asse percorsa dal generale Borjes per la sua fuga dal Vulture, nel tentativo di mettersi in salvo nello Stato Pontificio.

Cesidio Pandolfi
14 – 21 settembre 2024
8 giorni / 7 notti
Novità
10
posti disponibili
prenota

Descrizione cammino

Le prime sette tappe attraversano la Valle Roveto in Abruzzo e la Ciociaria nel Lazio, su sentieri selvaggi, montagne ancora sconosciute, paesini arroccati, come veri briganti.
Ogni giorno si toccheranno luoghi importanti per la storia del brigantaggio, sulle orme di sette grandi briganti a cui verranno dedicate le giornate del cammino: tra questi alcuni giovani stranieri che venivano per aiutare questa lotta di indipendenza (Zimmermann, De La Grange), mentre altri sono noti briganti di questi luoghi (Chiavone, Fra Diavolo, Domenico Fuoco, Ros Cedrone).

Da Tagliacozzo si camminerà su sentieri di montagna fino a Capistrello, dove ammirare la grandiosa opera di ingegneria idraulica di periodo romano ideata per il prosciugamento del Lago del Fucino. Da qui si raggiunge Civita D’Antino, antico borgo che dalla fine dell’Ottocento ai primi anni del Novecento fu dimora di una scuola di pittura fondata da noti artisti scandinavi. Si parte alla volta di Balsorano, in Valle Roveto, che segna il confine geografico della regione Abruzzo con il Lazio. Le ultime due giornate si camminerà nella Ciociaria, da Pescosolido ad Alvito, passando attraverso Campoli Appenninico, il paese disposto a semicerchio sul margine di una grande dolina ellittica detta il Tomolo; si concluderà il cammino infine a Picinisco.

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Sabato 14 / Ritrovo
Ritrovo a Tagliacozzo (AQ) ore 18, per il ritiro della credenziale

Domenica 15 / Tagliacozzo – Capistrello
22 km di cammino, 650 m in salita, 650 m in discesa

Lunedì 16 / Capistrello – Civita d’Antino
18 km di cammino, 700 m in salita, 550 m in discesa

Martedì 17 / Civita d’Antino – Balsorano
15 km di cammino, 300 m in salita, 750 m in discesa

Mercoledì 18 / Balsorano – Pescosolido
15 km di cammino, 650 m in salita, 250 m in discesa

Giovedì 19 / Pescosolido – Alvito
16 km di cammino, 500 m in salita, 600 m in discesa

Venerdì 20 / Alvito – Picinisco
18 km di cammino, 550 m in salita, 400 m in discesa

Sabato 21 / Rientro
Rientro a casa

Altre informazioni utili

Notti: case private, agriturismo, b&b, ostelli, sistemazioni in camerate, in stanze doppie / triple / quadruple. Può capitare di condividere il letto matrimoniale.

Ritrovo: sabato 14 settembre entro le ore 18, a Tagliacozzo (AQ)
Rientro: sabato 21 settembre, da Picinisco, in bus (orari), dalla prima mattinata

Come arrivare al luogo di ritrovo: Tagliacozzo si può facilmente raggiungere in auto. Chi proviene da L’Aquila deve viaggiare lungo la A24 fino all’uscita Magliano dei Marsi e poi prendere la Strada Statale 5/SR5. Chi viaggia da Avezzano può raggiungere la città in meno di mezz’ora percorrendo la SR5 in direzione di Tagliacozzo. La città si può raggiungere anche con il treno grazie alla presenza di due stazioni ferroviarie: quella di Tagliacozzo e quella situata nei pressi della frazione di Villa San Sebastiano. Entrambe le stazioni si trovano lungo la ferrovia Roma-Pescara che attraversa le province di Roma, L’Aquila, Chieti e Pescara. In autobus con la linea TUA da Roma.

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Sito web del cammino: grandecamminodeibriganti.wordpress.com
Il Grande Cammino dei Briganti fa parte della Rete di Cammini.

Periodo: dal 14 al 21 settembre 2024

Durata: 8 giorni / 7 notti

Difficoltà: 3 orme

Ore di cammino giornaliere: 6 - 7

Quota: 275,00 €
Comprende guida e organizzazione

Altre spese previste (cassa comune): 350,00 € ca.
Per pernottamenti, cene e prime colazioni (da non inviare ma da portare con sé). I pranzi al sacco sono esclusi dalla cassa comune e sono a carico dei partecipanti

Nota: in questo periodo di inflazione, i prezzi devono considerarsi puramente indicativi perché soggetti ad aumenti imprevisti. La guida si impegna a dare un’idea più vicina possibile alla spesa effettiva, ma non possiamo garantire la precisione.

Pasti: pranzi al sacco, cene in ristoranti, trattorie o nelle strutture in cui si alloggia

Tipo di viaggio
Itinerante

Tipo di zaino
Zaino completo per tutto il viaggio

Punti forti

  • Sarete i primi a percorrerlo
  • Sentieri in territori pochissimo conosciuti
  • La storia del brigantaggio

Cani: Io posso partire, ma… (1 solo cane per viaggio)

Note

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 275,00 € (+ 20 € se non avete la tessera per il 2024).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT68M0501812101000017245945, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 912 Grande Cammino dei Briganti: prima settimana. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Telefono cellulare: se avete la necessità di averlo con voi sappiate che condizione necessaria per partecipare al viaggio è tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino comprese le soste. Se utilizzate il cellulare per fare le foto vi chiediamo di utilizzare la modalità aereo in modo da consentirvi comunque di rimanere sconnessi. Se volete lasciare a casa il telefono, quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2023), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.