Sardegna

Sardegna selvaggia e blu

È un cammino nella natura selvatica della Sardegna più autentica, ma anche un cammino di conoscenza e scambio con la popolazione locale che ancora vive profondamente questo territorio. Sulla quasi totalità del territorio comunale qui vige ancora l’uso civico e le risorse della montagna vengono spartite tra la popolazione attraverso antiche consuetudini. Nessun centro abitato lungo il percorso, ma solo piccole attività ricettive e strutture pastorali in cui passare la notte. E quasi ogni giorno, possibilità di fare il bagno in un mare caraibico.

Matteo Casula
11 – 18 maggio 2024
8 giorni / 7 notti
Novità
8
posti disponibili
prenota

Descrizione cammino

Terreno carsico mai banale e repentine salite e pietrose discese si alterneranno per tutta la settimana, sempre bordo mare, dove non mancheranno dei bagni corroboranti in cale semi deserte, ma con delle puntate verso il selvaggio cuore di quest’area. Nel mezzo, mulattiere dei carbonai, sentieri e strutture pastorali, nascosti siti archeologici e grotte nascoste all’interno di lembi di foresta primaria.
I Supramontes sono rilievi calcarei e dolomitici che si estendono nella zona centro orientale della Sardegna. Come dice il nome stesso sono zone considerate l’alta montagna dell’isola, che si elevano sopra i “monti”, considerati questi ultimi nell’accezione comune sarda, tutti i territori collinari che vanno oltre il livello del mare. Il cammino si svolge all’interno del Supramonte di Baunei, che dai quasi 1.000 metri di Punta Su Contu si getta nello straordinario golfo tra le acque smeraldo e cobalto di questo tratto di Tirreno.
Siamo nel pieno di una delle “Zone Blu”, aree dove è stato riscontrato il più alto tasso di longevità al mondo, grazie alla qualità dell’ambiente, del cibo e dei rapporti sociali.
Un cammino arricchito da questo vivere l’ambiente in modo profondo, selvatico; dalla cucina tipica locale, in primis i grandiosi formaggi e i prodotti legati all’allevamento delle capre; dagli splendidi incontri con chi vive la montagna in modo autentico e antico.

Programma

Ore di cammino effettive, soste escluse

Sabato 11 / Santa Maria Navarrese – Baunei
Ritrovo a Santa Maria Navarrese alle ore 14.00. 4 ore di cammino, 10 km, 700 m in salita, 50 m in discesa

Domenica 12 / Baunei – Golgo
4 ore di cammino, 12 km, 300 m in salita, 150 m in discesa

Lunedì 13 / Golgo – Sisine
4h30 di cammino, 14 km, 50 m in salita, 700 m in discesa

Martedì 14 / Sisine – Sisine
6 ore di cammino, 17 km, 900 m in salita, 900 m in discesa

Mercoledì 15 / Sisine – Cala Luna – Rientro via mare a Sisine
4 ore di cammino, 10 km, 600 m in salita, 600 m in discesa

Giovedì 16 / Sisine – Salinas
7 ore di cammino, 20 km, 1.000 m in salita, 100 m in discesa

Venerdì 17 / Salinas – Us Piggius
4h30 di cammino, 12 km, 800 m in salita, 400 m in discesa

Sabato 18 / Us Piggius – Santa Maria Navarrese
4h30 di cammino, 13 km, 300 m in salita, 700 m in discesa

Altre informazioni utili

Difficoltà tecniche: terreno carsico, fondi sconnessi

Notti: b&b, ostelli, sistemazioni in stanze doppie / triple / quadruple. Si richiede una buona capacità di adattamento e condivisione degli spazi.

Ritrovo: sabato 11 maggio, a Santa Maria Navarrese, ore 14.00
Rientro: sabato 18 maggio, da Santa Maria Navarrese, la mattina secondo le necessità individuali
Come arrivare al luogo di ritrovo: traghetti per Olbia e Cagliari, e poi autobus per Tortolì – S. Maria Navarrese

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Periodo: dal 11 al 18 maggio 2024

Durata: 8 giorni / 7 notti

Difficoltà: 3 orme

Ore di cammino giornaliere: 5 - 7

Quota: 280,00 €
Comprende guida e organizzazione

Altre spese previste (cassa comune): 350,00 € ca.
Per pernottamenti, prime colazioni, pranzi al sacco, cene e visite guidate alle strutture minerarie (da non inviare ma da portare con sé)

Nota: in questo periodo di inflazione, i prezzi devono considerarsi puramente indicativi perché soggetti ad aumenti imprevisti. La guida si impegna a dare un’idea più vicina possibile alla spesa effettiva, ma non possiamo garantire la precisione.

Pasti: pranzo al sacco, cene nelle strutture in cui si alloggia o in trattorie

Tipo di viaggio
Itinerante

Tipo di zaino
Zaino completo per tutto il viaggio

Punti forti

  • Le falesie selvagge a picco sul mare
  • Cale deserte fuori stagione e tuffi nel mare
  • Gli ovili e l’ospitalità dei pastori

Note

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 280,00 € (+ 20 € se non avete la tessera per il 2024).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT68M0501812101000017245945, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 848 Sardegna selvaggia e blu. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Telefono cellulare: se avete la necessità di averlo con voi sappiate che condizione necessaria per partecipare al viaggio è tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino comprese le soste. Se utilizzate il cellulare per fare le foto vi chiediamo di utilizzare la modalità aereo in modo da consentirvi comunque di rimanere sconnessi. Se volete lasciare a casa il telefono, quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.