I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Capri, l’isola delle sirene

VIAGGIO ANNULLATO PER COVID.

Malìa, incanto, sogno, meraviglia... Pochi altri posti al mondo possono vantare una serie così ricca di termini evocativi come quelli che ricorrono nelle descrizioni dell’isola di Capri.
Evidentemente gli antichi non potevano credere alla matrice terrestre di una seduzione così forte: il mito delle sirene - che si narra risiedessero a Capri - la dice lunga sulle suggestioni legate a quest’isola.
In effetti c’è qualcosa di inspiegabilmente avvolgente nei colori del suo mare, nel fascino antico delle sue rovine pigramente distese al sole che si glorificano al contatto con l’aria carica di profumi e di essenze del tempo che fu...
C’è qualcosa di sublime nei sentieri stretti tra la terra e il mare, c’è qualcosa di seducente nelle parole di quanti l’hanno conosciuta, cantata, amata, eletta a patria dove vivere o morire: Augusto, Tiberio, Munthe, Fersen... Lo sapeva bene anche Karl Wilhelm Diefenbach, pacifista ed ecologista, della cui vita racconteremo nel viaggio.

Faremo base ad Anacapri con escursioni giornaliere alla scoperta delle tante sensazioni che l’isola sa esprimere.

Programma

Mercoledì 21

Ritrovo ore 17 ad Anacapri

Giovedì 22

Anacapri – Capri. Dislivello: 300 m in salita, 300 m in discesa, 5 ore. Rientro con bus di linea

Venerdì 23

Anacapri – Monte Solaro. Dislivello: 300 m in salita, 300 m in discesa, 5 ore

Sabato 24

Anacapri – Grotta Azzurra. Dislivello: 400 m in salita, 300 m in discesa, 6 ore

Domenica 25

Trasferimento a Marina Piccola, escursione a Capri. Dislivello: 200 m in salita, 100 m in discesa, 3 ore di cammino. Trasferimento in funicolare a Marina Grande e saluti


Nota


Il raggiungimento dell’isola di Capri e il rientro a Napoli sono soggetti alle condizioni del mare

Altre informazioni utili

Ritrovo: mercoledì 21 aprile ad Anacapri alle ore 17
Rientro: domenica 25 aprile al termine dell’escursione, a partire dalle ore 12 circa (per Napoli collegamenti con aliscafi e traghetti ad alta frequenza)

Come arrivare al luogo di ritrovo: Capri è servita da collegamenti marittimi che partono principalmente da Napoli, ma non solo (anche Sorrento, ecc.) Da Napoli, a Calata Porta di Massa partono i traghetti Caremar, da Napoli al Beverello partono gli aliscafi NLG e SNAV. La frequenza di collegamenti è molto alta. Consigliamo di fare riferimento ai collegamenti con traghetti: costano meno, inquinano meno, consentono di ammirare il panorama, in caso di mare avverso non hanno le limitazioni degli aliscafi.
Una volta arrivati al porto, proseguire con l’autobus per Anacapri

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino comodo che contenga il tutto. Alla richiesta di perfezionamento della prenotazione, riceverete l’elenco delle cose da mettere nello zaino.

Notti: in pensione in camere triple / quadruple con servizi

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo aver ricevuto conferma dalla segreteria sulla disponibilità e l’avvenuta iscrizione, inviare 190 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2021).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT46B0501812101000011354545, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 288 Capri, l’isola delle sirene. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

I nostri cammini si svolgono in conformità alle norme covid-19, rispettano le disposizioni che ogni struttura ricettiva ha adottato, e ovviamente il buon senso, sempre e comunque.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.